menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Investe una ragazzina di 17 anni e il padre e scappa, denunciato pirata a Jesolo

La polizia locale ha identificato un 57enne della località balneare fuggito da piazza Trieste. Un passante ha memorizzato il numero di targa. Utili anche le telecamere di sicurezza

Investe una ragazzina di 17 anni e il padre mentre attraversa la strada all’altezza di piazza Trieste, non si ferma per soccorrerli e viene identificato dalla polizia locale grazie a un passante che aveva preso nota del numero di targa e alle riprese delle telecamere di sicurezza. E’ stato denunciato per omissione di soccorso e fuga e si è visto sequestrare l’auto un 57enne jesolano che sabato pomeriggio non si è fermato dopo aver urtato una ragazzina che stava attraversando via Aquileia all'altezza di piazza Trieste assieme ai genitori lungo le strisce pedonali.

L’episodio è avvenuto attorno alle 17.15, quando una famiglia di San Donà composta da padre, madre figlia e un’amica di famiglia, mentre si trovava nei pressi di piazza Trieste e aveva deciso di passare da una parte all’altra di via Aquilea, ha visto sopraggiungere una Volkswagen Golf verso di loro senza avere intenzione di fermarsi e dare ai 4 la precedenza. L’auto, secondo una nota del Comune di Jesolo, non avrebbe minimamente accennato a rallentare e due componenti del gruppo, il padre e la figlia 17enne, si sono così visti arrivare addosso il muso della veicolo: solo la prontezza di riflessi del papà che ha strattonato la ragazzina ha fatto in modo che l’urto fosse meno grave di quanto sarebbe potuto essere.

L’auto pirata, anche dopo l’urto, non si è fermata ma ha proceduto dritta senza nemmeno accertarsi se aveva ferito i pedoni. Sul posto è giunta in pochi minuti una pattuglia della polizia locale con un’ambulanza del 118. Per la 17enne fortunatamente solo qualche botta e una prognosi guaribile in 5 giorni. Qualche graffio e tanto spevanto anche per il papà. Ad aiutare gli agenti della polizia locale nell’identificazione del pirata della strada è stata, però, la testimonianza di un passante che, vista la scena, ha memorizzato il numero di targa della Golf. 

A quel punto, con il numero di targa a disposizione e poi grazie anche il supporto delle immagini delle telecamere di sicurezza installate in via Aquileia all’altezza di piazza Trieste, è stato semplice arrivare al proprietario dell'auto e alla sua abitazione. Quando gli agenti sono giunti nella via indicata hanno trovato la Volkswagen parcheggiata e hanno proceduto subito al sequestro. Successivamente hanno suonato a casa del proprietario senza trovarlo. Lui stesso, però, poco dopo si è presentato, assistito dal suo legale, al Comando della polizia locale. Identificato e riconosciuto anche dal papà e dalla figlia investiti poco prima, è stato denunciato per omissione di soccorso e fuga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento