menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le strisce pedonali nei pressi delle quali si è verificato l'incidente

Le strisce pedonali nei pressi delle quali si è verificato l'incidente

Investe e manda all'ospedale un pedone, giovane pirata individuato in 48 ore

Nei guai un 26enne mestrino. Giovedì una Opel Astra ha travolto un 54enne di Chirignago mentre attraversava in via Miranese. Le indagini sono partite dallo specchietto sinistro

Nessun testimone di fornire elementi utili alle indagini. Telecamere nemmeno. Gli agenti del reparto motorizzato della polizia municipale di Venezia, attraverso un'indagine in parte "vecchio stampo", sono riusciti a chiudere il cerchio nel giro di 48 ore nei confronti del presunto pirata della strada che giovedì mattina, in via Miranese a Mestre, ha travolto un pedone che stava attraversando la strada nei pressi delle strisce pedonali di fronte alla pizzeria per asporto "Pizza Flash".

Il ferito è un 54enne residente a Chirignago che ha riportato la frattura di un malleolo, con 30 giorni di prognosi. Un trauma di certo doloroso, per cui però il conducente di una Opel Astra grigia non si è impietosito. Anzi, si è allontanato in direzione Mestre senza prestare soccorso. L'impatto ha causato qualche danno al veicolo: a terra è rimasta la calotta dello specchietto retrovisore destro, oltre che un pezzo di paraurti anteriore. Quest'ultimi hanno indotto gli agenti a ritenere che l'auto investitrice fosse una Opel Astra grigia. Chi aveva lanciato l'allarme non aveva avuto modo di fornire ulteriori dettagli.

Gli accertamenti successivi hanno condotto gli uomini in divisa fino al garage (non distante dal punto in cui si è verificato lo schianto) all'interno del quale era parcheggiata l'Opel Astra. Lo specchietto ancora danneggiato ha fugato tutti i dubbi. Il presunto investitore sarebbe il figlio del proprietario, ossia un 26enne residente in zona. Per lui inevitabile una denuncia per omissione di soccorso. L'Opel Astra è stata nel frattempo sequestrata per permettere ulteriori accertamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento