menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Marina

Foto Marina

Un altro incidente prima del Ponte della Libertà, viabilità nel caos

Verso le 6.30 di venerdì un "quasi frontale" tra un furgone e una station wagon. Ferito portato all'ospedale. Lunghe code verso Venezia

Viabilità ancora nel caos venerdì mattina per l'ennesimo incidente poco prima del ponte della Libertà. Le lunghe code di martedì, quando di fatto Venezia è rimasta quasi "irraggiungibile" per diverso tempo (DETTAGLI), si sono replicate dalle 6.30 di venerdì in poi, quando un furgone Mercedes si è scontrato quasi frontalmente con un'auto diretta verso la laguna, una Subaru Legacy devastata dallo schianto.

L'incidente poco dopo l'immissione del cavalcavia di San Giuliano, a non più di centocinquanta metri dai Pili. A quanto pare, ma i rilievi del reparto motorizzato della polizia municipale sono continuati a lungo, il furgone condotto da un 31enne di nazionalità romena (il veicolo è stato immatricolato in quel paese) si sarebbe immesso svoltando in direzione della terraferma. Una manovra che quindi sarebbe vietata, scontrandosi con la station wagon, al cui volante si trovava un 46enne residente a Padova. Di fatto il mezzo pesante avrebbe effettuato una inversione a U sbucando dalla bretella che parte da via dei Petroli, per poi continuare la propria corsa contromano. Inevitabile lo schianto.

Sul posto sono dovuti intervenire anche i vigili del fuoco, sia per estrarre il conducente del veicolo, sia per liberare la carreggiata dai detriti che si sono impadroniti della strada. E' arrivata un'ambulanza del 118, che ha trasportato il ferito all'ospedale Dell'Angelo. Diversi traumi per lui, ma non sarebbe in prognosi riservata.

Inevitabile che sia nella zona di San Giuliano, sia in via della Libertà si siano formate all'istante lunghi incolonnamenti. Per un paio d'ore si è transitati una macchina alla volta, visto che lo spazio era ridotto al minimo. Proprio mentre iniziava l'orario di punta dei pendolari. Due ore più tardi si procedeva ancora a passo d'uomo da prima dello stabilimento Fincantieri, mentre la grande rotatoria di San Giuliano è rimasta a lungo intasata. Dopodiché, a strada liberata, il traffico si è via via riassorbito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento