Butta giù con il camion la sbarra del passaggio a livello, caos treni

Un veicolo verso le 6.10 di lunedì ha sbattuto contro l'ostacolo sulla regionale 515 a Noale. Ritardi fino a un'ora sulla linea Venezia-Bassano

Treni nel caos lunedì mattina sulla linea Venezia-Bassano a causa di un camion che verso le 6.10 ha cercato di sorpassare all'ultimo le barriere evitando uno stop forzato. Una manovra che è riuscita solo in parte. Nel senso che del veicolo "incriminato" al momento dell'arrivo dei tecnici delle Ferrovie dello Stato e degli agenti della polizia ferroviaria non c'era più nessuna traccia. E una delle quattro barriere di via Tempesta a Noale era a terra. Uscita dal proprio supporto (per motivi di sicurezza basta un urto non troppo potente per far cadere dalla forcella il pezzo).

Per questo motivo, fino a dieci minuti dopo le 8, la circolazione in piena fascia pendolare è finita in tilt. Code fino alla nuova rotatoria di via Valsugana e convogli che necessariamente sono dovuti transitare a passo d'uomo, per evitare che qualche "intruso" non vedendo la barriera finisse dritto sui binari proprio al momento del passaggio del treno. Inevitabili, i ritardi si sono allungati a dismisura fino a raggiungere in media i sessanta minuti. Nelle due ore "critiche" le corse sono arrivate a destinazione (a Venezia Santa Lucia come a Bassano e Conegliano) tra i quaranta e i sessanta minuti in ritardo sulla tabella di marcia. Secondo le ferrovie dello Stato sarebbero stati undici i regionali coinvolti dal disservizio sulla linea a binario unico. Ma i disagi sono continuati anche dopo che la sbarra era tornata al suo posto, perfettamente funzionante.

La situazione si è stabilizzata solo in tarda mattinata, tra le 12.30 e le 13. "Quando le sbarre iniziano a chiudersi è necessario fermarsi - mette in guardia RFI - E solo quando quest'ultime sono completamente alzate si può transitare". Come dire, rispettare sempre il Codice della strada. Ma qualcuno lunedì mattina, forse per la fretta di raggiungere il proprio posto di lavoro, ha evidentemente deciso di pigiare in extremis il piede sull'acceleratore. Causando disagi a tutti gli altri "colleghi pendolari".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento