rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Incidenti stradali Chioggia

Incidente a Rosolina: migliora il padre di Alex, si attendono i tossicologici

Simone Ferro, 35enne di Chioggia che ha perso il figlio di 5 anni in un frontale, guarirà in 30 giorni. Ancora in prognosi riservata Cristian Bordina e Ilaria Ferro, a bordo dell'altra auto

E' stata sciolta la prognosi per Simone Ferro, il 36enne padre del piccolo Alex, di quattro anni, che ha perso la vita sabato pomeriggio in un tragico incidente stradale a Rosolina, nel Rodigino. L'uomo, artigiano di Chioggia, era alla guida di una Dodge Caliber assieme ai suoi due figli fratelli gemelli: Alex, deceduto sul colpo, e Daniel, che ha riportato ferite guaribili in trenta giorni. Sul posto passeggero la madre 30enne, Roberta Sfriso, anche per lei i medici hanno previsto che si ristabilirà in 30 giorni.

Stessa prognosi pure per Simone Ferro, dopo essere stato ricoverato in prognosi riservata subito dopo lo schianto frontale delle 16.15 con un'Alfa 156. I due bambini si trovavano regolarmente seduti sui seggiolini con le cinture di sicurezza allacciate. Per Alex, però, un grave trauma cervicale è risultato fatale. Daniel, invece, avrebbe riportato ferite ed ecchimosi al volto.


Sull'altra auto tre giovani rodigini del posto. Nicola Zulian, 23enne saldatore, è deceduto sul colpo. Si trovava sul posto passeggero. Alla guida dell'auto, che dopo lo schianto si è ribaltata, Cristian Bordina, 24enne che continua a essere ricoverato in prognosi riservata al pari di Ilaria Ferro, 24enne, che era seduta sui sedili posteriori. Ora gli inquirenti attendono i risultati degli esami tossicologici e alcolemici, per cui ci vorrà ancora qualche giorno, per stabilire se, oltre alla velocità, anche l'alcol sia un altro fattore entrato in gioco nella disgrazia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente a Rosolina: migliora il padre di Alex, si attendono i tossicologici

VeneziaToday è in caricamento