menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inferno in autostrada di prima mattina: raffica di incidenti, ferito portato via in elicottero

Tratto tra Portogruaro e Cessalto chiuso al transito in direzione Venezia. Lo schianto più grave in carreggiata Est all'altezza di San Donà. Code di chilometri. Riapertura alle 10.30

***Aggiornamento***

È stato riaperto al traffico, alle 10.30, il tratto di A4 compreso tra Portogruaro e San Donà in direzione Venezia. Dopodiché sono stati via via riaperti anche gli svincoli di entrata in A4 di San Stino Cessalto e Portogruaro e rimossa la deviazione in A28. Alle 11.25 si registrano code a tratti - per lo più di mezzi pesanti - tra Palmanova e Portogruaro in direzione Venezia. Situazione completamente normalizzata nel tratto in direzione Trieste tra San Donà e Cessalto.

***

Sono stati almeno 3 gli incidenti che hanno caratterizzato la mattinata di martedì sull'autostrada A4 Venezia-Trieste, tanto da rendere necessaria per lungo tempo la chiusura della carreggiata in direzione Ovest in modo da garantire i soccorsi e il ripristino della normalità. Una raffica di tamponamenti tra mezzi pesanti iniziata già prima delle 7. Il primo schianto ha coinvolto tre camion: per questo motivo il tratto tra Portogruaro e San Donà è stato reso off limits, con la chiusura dei caselli di Meolo-Roncade, di San Stino e della città del Lemene. E' stato istituito il bypass obbligatorio in A28 all'altezza di Portogruaro, che permette di raggiungere Mestre con itinerario alternativo.

Per trasportare un ferito in codice rosso all'ospedale di Mestre è intervenuto anche l'elicottero del 118, che ha raggiunto l'Angelo poco prima delle 9.30. Si tratta di un camionista incastrato ed estratto dal mezzo con non poca difficoltà. Per lui fratture alle braccia e alle gambe più trauma toracico. E' accaduto nel tratto compreso tra San Stino e Cessalto, in direzione Trieste.

Gli incidenti delle ultime ore, come detto, sono tre: due in carreggiata Ovest e uno in carreggiata Est. Il ferito, giunto in codice rosso al nosocomio di Zelarino, sarebbe stato liberato dalle lamiere contorte dell'abitacolo dai vigili del fuoco, per poi essere affidato ai sanitari del 118. In direzione Trieste si sono registrati circa 5 chilometri di coda, anche a causa dei curiosi che hanno concentrato l'attenzione su quanto stava accadendo sulla carreggiata opposta. Lì, sul fronte della viabilità, la situazione è ben peggiore: se i veicoli leggeri fanno poca coda per deviare sul bypass all'altezza di Portogruaro, il traffico pesante è praticamente fermo. I rallentamenti iniziano già in Friuli.

Ingente il numero di squadre dei pompieri intervenute: vigili del fuoco sono giunti da Latisana, Portogruaro, San Donà e Cessalto. Con in più anche l'autogru. Per capire la situazione dall'alto si è alzato in volo anche "Drago", l'elicottero del Corpo. Anche per raggiungere eventuali feriti il prima possibile. Pesanti i disagi al traffico: si sono registrate code superiori anche ai 10 chilometri. Per i veicoli provenienti dal Passante di Mestre e dalla A57 e diretti verso Trieste, Autovie Venete aveva indicato, come alternativa alla A4,  il percorso attraverso la A27 e la A28.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento