menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attraversa sulle strisce in bicicletta Giovane travolta: grave all'ospedale

L'incidente alle 19.40 di giovedì in via Noventa a San Donà. La 14enne è stata ricoverata in prognosi riservata ma non rischierebbe la propria vita

Travolta in pieno dall'auto mentre si accingeva ad attraversare la strada in sella alla sua bicicletta. Sono gravi le condizioni per una 14enne di San Donà che verso le 19.40 di giovedì è stata investita e caricata sul cofano di una Citroen condotta da un 40enne del posto. Prima l'impatto con il muso dell'auto, poi l'urto violento della testa contro il parabrezza. A quanti si trovavano loro malgrado a transitare in uno degli snodi principali della città del Piave sono parsi momenti terribili.

La ragazzina, che a quanto pare stava pedalando per andare a trovare il fidanzato, all'improvviso al termine di una curva verso destra avrebbe iniziato a occupare la corsia di marcia per raggiungere l'altro lato della strada. Sulle strisce pedonali. La malcapitata, però, non sarebbe scesa dal mezzo e non l'avrebbe condotto a mano. Preferendo per guadagnare tempo svoltare direttamente alla sua sinistra. A quel punto l'arrivo in direzione degli impianti sportivi della Citroen, il cui conducente non è riuscito a fermare l'auto in tempo. Nei prossimi giorni arriveranno i risultati dell'alcoltest, che potrebbero contribuire a far capire se per qualche motivo l'uomo alla guida, 40enne residente a Musile di Piave, avesse o meno i riflessi rallentati.

Fatto sta che la giovane è stata travolta, ricadendo poi rovinosamente sull'asfalto. Urlando di dolore. Sul posto per i rilievi i carabinieri della locale compagnia, mentre i sanitari del Suem hanno soccorso la 14enne e l'hanno trasportata in prognosi riservata all'ospedale Ca' Foncello di Treviso. Soprattutto per il trauma cranico riportato, su cui i medici preferiscono andare cauti. Sospette fratture del bacino e alle gambe per lei, che comunque non sarebbe in pericolo di vita. All'orizzonte anche la possibilità di una operazione di chirurgia plastica, avendo riportato delle ferite profonde tra il labbro e lo zigomo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento