menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ghiaccio non perdona: raffica di incidenti, anche il tram finisce ko

Mattinata difficile in tutta la provincia. A Mestre e Marghera a lungo bus sostitutivi, poi altro "pit stop" per un incidente sul Ponte della Libertà

Ghiaccio ovunque: su strade, marciapiedi e incroci. E' stata una mattinata da dimenticare quella di giovedì sul fronte della viabilità in tutto il territorio del Veneziano. Numerosi gli incidenti che si sono verificati il più delle volte per il manto stradale scivoloso. Per fortuna, comunque, non si segnalano feriti preoccupanti. Si è trattato di fuoriuscite autonome o tamponamenti a velocità ridotta. I vigili del fuoco, per esempio, sono dovuti intervenire a Caorle, sulla strada provinciale 94, per un'auto finita fuori dalla carreggiata. Ma gli scontri tra Jesolo, Cavallino-Treporti ed Eraclea non si contano. Così come quelli che si sono registrati nel territorio di Chioggia, anche sul ponte translagunare. Per forza di cose la viabilità della zona è andata in difficoltà.

Ma è stata una mattinata difficile anche per chi non si è messo al volante della propria auto: a causa delle temperature rigide, infatti, la linea aerea del tram si è ghiacciata. Per questo motivo Actv è stata costretta a mettere in campo gli autobus sostitutivi per le prime ore del servizio. Secondo l'azienda la linea t1 sarebbe tornata alla regolarità a partire dalle 8, mentre la t2 solo quarantacinque minuti dopo. Alle 11.10, però, un nuovo intoppo: un incidente sul ponte della Libertà, in direzione Venezia, ha costretto il "siluro" a fermarsi sulla corsia per il tempo necessario a liberarla dai mezzi incidentati. Il "pit stop" è durato per mezz'ora, con la linea  t1 che ha effettuato il servizio solo fino a via Forte Marghera. 

Il 2016 sarà un anno di "rinnovamento" per Avm e Actv. Non solo sul fronte societario (visto che tutto verrà inglobato dalla holding di trasporto). La Direzione Mobilità e Trasporti del Comune di Venezia ha infatti approvato il trasferimento di 1.441.345 euro, derivanti dal Fondo per il trasporto pubblico locale regionale, ad Actv per l'acquisto di almeno nove autobus lunghi 12 metri alimentati a  metano (i mezzi sono già stati comprati e sono già stati presentati). Stessa operazione anche per l'acquisto di un nuovo tram, per cui il Comune girerà a Pmv 1.806.525,94 euro. Nel caso in cui ci sia disponibilità economica.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Attualità

Federica Pellegrini stasera al Festival di Sanremo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento