rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Incidenti stradali Mirano

Tragedia sulla Triestina: l'auto sbanda e si schianta, muoiono due giovani a bordo

L'incidente verso le 5 di mercoledì nel territorio di Portegrandi. Perdono la vita una 22enne di Mirano, Linda Giorio, e il 21enne Edoardo Ascione, di Fossò. Grave un altro passeggero

Ennesima tragedia della strada sulla statale Triestina. Due giovani hanno perso la vita a causa di un incidente che si è verificato verso le 5 della mattina di mercoledì, nel territorio di Portegrandi. Si tratta di Linda Giorio, una 22enne residente a Vetrego di Mirano, e di Edoardo Ascione, 21 anni di Fossò. Le due vittime hanno frequentato lo stesso istituto scolastico, il Musatti di Dolo. Gli altri due passeggeri si trovano in gravi condizioni in ospedale, in prognosi riservata. Mercoledì mattina sono stati sottoposti a intervento chirurgico a causa di un grave trauma addominale.

LINDA, RAGAZZA SOLARE E DAL GRANDE SENSO DELL'AMICIZIA

EDOARDO, GRAN LAVORATORE E CON LA TESTA SULLE SPALLE

Incidente sulla Triestina, muoiono due giovani (foto vigili del fuoco)

Erano quattro i passeggeri a bordo della Lancia Y che, per cause al vaglio, ha sbandato all'improvviso all'altezza del chilometro 22, finendo contro il guard-rail. Quest'ultimo poi è penetrato nell'abitacolo. Alla guida una 21enne residente a Mirano, grande amica della vittima. I quattro stavano tornando da una serata passata a ballare a Jesolo e stavano percorrendo la statale in direzione Mestre: Linda Giorio sarebbe deceduta sul colpo, mentre Edoardo Ascione è stato trasportato d'urgenza al pronto soccorso di Mestre, ma qui purtroppo è spirato poco prima delle 7 nonostante gli sforzi dei medici. Gli altri coinvolti nello schianto sono stati trasferiti sempre all'Angelo e sono stati sottoposti a intervento chirurgico. Oltre alla conducente (descritta come una persona molto prudente), c'è preoccupazione per le condizioni di un 24enne residente a Gambarare di Mira, N.M..

I vigili del fuoco di San Donà e Mestre, intervenuti anche con l’autogrù hanno, con l’ausilio di cesoie, martinetti e divaricatori idraulici, liberato i feriti che sono stati presi in cura dal personale del 118 e trasportati in ospedale. Il nucleo operativo dei carabinieri di San Donà ha eseguito i rilievi per ricostruire la dinamica dell'incidente. La salma della giovane donna, che lavorava al punto vendita Calzedonia del centro commerciale Emisfero di Scorzè, è a disposizione dell'autorità giudiziaria nell'obitorio di San Donà (potrebbero essere disposti ulteriori accertamenti), quella di Edoardo Ascione, impiegato come fabbro in un'azienda di Camponogara, è invece a disposizione dei famigliari a Mestre.

Intanto su Facebook compaiono decine di messaggi di cordoglio da parte degli amici che hanno appreso la notizia. "Ti ricorderò così..sempre pronta a scherzare e con il sorriso", scrive qualcuno postando una vecchia foto sul diario di Linda. Increduli anche i commenti sulla bacheca di Edoardo: "Non riesco a crederci che sia capitato davvero. Sono felice di averti salutato con un una stretta di mano e un abbraccio prima di andar via".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sulla Triestina: l'auto sbanda e si schianta, muoiono due giovani a bordo

VeneziaToday è in caricamento