menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragico schianto sulla strada maledetta: scooterista perde la vita a Mirano

L'incidente nella tarda serata di lunedì in via Desman. Un centauro si è scontrato con un'auto ed è rovinato a terra. Inutili i prolungati tentativi di rianimazione dei sanitari del 118

Ennesima tragedia su una strada che già in passato si è caratterizzata per episodi funesti. Gravissimo incidente stradale nella tarda serata di lunedì nel territorio di Mirano, in via Desman. Per cause ancora al vaglio dei carabinieri, uno scooterista, Francesco Marchioro, 51enne residente a Salzano e uno dei gestori del "041 centro fitness" di via Noalese a Santa Maria di Sala, ha perso la vita nonostante prolungati tentativi di rianimazione da parte dei sanitari del 118.

GLI AMICI DI MARCHIORO: "DURO MA DAL CUORE TENERO"

SOCCORSI INUTILI

La dinamica dello schianto è ancora in via di ricostruzione: il centauro si sarebbe scontrato con un'auto, una Toyota Yaris, che si sarebbe trovata in fase di svolta per fare il proprio ingresso in un cancello di un'abitazione o per effettuare una inversione. Entrambi sarebbero transitati in direzione Mirano. Dopo l'impatto la due ruote, uno scooterone Yamaha Majstic, sarebbe scivolata in avanti, con il conducente che sarebbe caduto rovinosamente sull'asfalto. Nella dinamica sarebbe stata coinvolta anche una seconda automobile. Fin da subito chi ha assistito ai soccorsi ha capito che la situazione era molto difficile: i sanitari del 118 sono intervenuti con un'ambulanza e hanno cercato di salvare in tutti i modi la vita allo sventurato. Che a un certo punto ha perso conoscenza. Lo staff del Suem, composto da 3 operatori, ha praticato il massaggio cardiaco e tutte le altre manovre rianimatorie, ma alla fine il medico ha dovuto gettare la spugna. Constatando il decesso. Il conducente della Yaris, giovane di Mestre, da prassi è indagato per omicidio stradale.

PROTESTE PER CHIEDERE SICUREZZA

La tragedia su una strada in cui i residenti hanno protestato a più riprese, posizionando striscioni eloquenti chiedendo maggiore sicurezza. A maggio la città metropolitana scrisse ai Comuni di Mirano e Santa Maria di Sala annunciando la realizzazione di segnaletica integrativa e di due rotatorie, in corrispondenza dell'intersezione con via Bollati a Zianigo e con via Rio a Veternigo. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento