menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto dei vigili del fuoco

Foto dei vigili del fuoco

Camion tampona un autobus di linea Actv: caos in via della Libertà, 24 feriti FT/VD

L'incidente nella prima mattinata di lunedì in direzione Venezia. 13 passeggeri portati in ospedale, 11 contusi. Traffico bloccato. Il camionista aveva un'arma, arrestato. Si trova piantonato dagli agenti. Ringraziamenti all'autista del mezzo: "Ha evitato il peggio"

Un incidente che ha quasi tagliato in due la viabilità tra la terraferma e la laguna. Verso le 4.20 di lunedì un camion ha tamponato un autobus Actv della linea 6 (proveniente da Chirignago) in via della Libertà, poco dopo il parco scientifico Vega. Si sono registrati 24 feriti (tra cui 6 codici gialli, gli altri verdi), per fortuna nessuno in pericolo di vita. Le condizioni più preoccupanti sembrerebbero essere quelle del camionista - M.P., di 47 anni di Casalmaggiore, in provincia di Cremona - per sospette fratture alla clavicola, alle costole e alle ginocchia. Dopo l'impatto tra il mezzo pesante e il pullman, causato con ogni probabilità da un colpo di sonno, il veicolo Actv è sbandato schiantandosi contro il guard-rail centrale e finendo la propria corsa in corrispondenza della corsia di sorpasso della carreggiata opposta, da cui fortunatamente non provenivano veicoli.

VIDEO E FOTO DELL'INCIDENTE DI LUNEDI

IL CAMIONISTA AVEVA UN'ARMA CLANDESTINA, ARRESTATO - Sono in corso accertamenti da parte della polizia di Stato per il fatto che nella disponibilità del camionista è stata trovata una pistola di piccole dimensioni (calibro 6,35 mm) priva di matricola, nonché 15 cartucce a palla delle medesime caratteristiche delle 6 trovate all’interno del caricatore. La pistola è stata sequestrata e sarà analizzata dalla polizia scientifica per stabilirne la provenienza. Il conducente del camion lunedì pomeriggio è stato arrestato. Si trova ricoverato in ospedale e piantonato dagli agenti (TUTTI I DETTAGLI SULL'ARRESTO).

LA DINAMICA - In un comunicato diffuso da Avm si legge che l’autobus stava per effettuare la fermata quando l’autista (L.N., 55 anni di Marcon) si è reso conto dell’arrivo del camion da dietro che non accennava a rallentare. A quel punto, riferisce la nota, "il conducente ha avvisato i passeggeri dell’imminente impatto e ha rilasciato i freni in modo da ridurre al minimo l’urto. La prontezza dell’autista e il fatto che tutte le persone a bordo fossero sedute hanno ammortizzato la violenza dell’impatto".

INGENTE L'INTERVENTO DEI SOCCORSI - Sul posto per i soccorsi il personale del suem 118 con numerose ambulanze (provenienti dagli ospedali di Mestre, Dolo e Mirano) e tre squadre dei vigili del fuoco, anche con l’autogru. Tredici feriti sono stati portati nei nosocomi della zona dai mezzi sanitari, compreso l’autista del camion, mentre altri undici contusi in maniera più leggera sono stati caricati a bordo di un pulmino dei vigili del fuoco. Sono durate a lungo le operazioni di recupero dei mezzi incidentati. Sul posto le forze dell'ordine, oltre che il personale della compagnia Securvigilar. Gli operatori di Veneto Strade si sono occupati di mettere in sicurezza il guard rail, mentre per martedì mattina sono previsti i lavori di sostituzione.

TRAFFICO NEL CAOS - La viabilità ha risentito in maniera pesante dell'incidente. Alle 9 le operazioni di recupero dell'autobus, secondo la centrale operativa della polizia municipale, erano in fase di conclusione. Fino a quel momento la carreggiata in direzione Venezia di via della Libertà è stata chiusa al transito, vista la complessità dell'intervento. L'autobus è stato rimesso in strada da un'autogru. Inevitabilmente le altre strade del circondario si sono intasate, come la zona di San Giuliano e via Torino a Mestre. Ma le code iniziano già da prima della Carbonifera. Il servizio Actv e il resto del traffico è stato deviato per il tempo necessario sulla controstrada di via Righi.

RINGRAZIAMENTI ALL'AUTISTA - Giovanni Seno, direttore del Gruppo Avm, ha dichiarato: “L’azienda esprime il proprio dispiacere per l’accaduto e vicinanza alle persone rimaste ferite. Un particolare ringraziamento va all’autista del mezzo che, attraverso la grande prontezza di riflessi e la capacità di gestire una situazione critica e pericolosa, riducendo la forza dell’impatto, ha potuto evitare il peggio". Seno si è recato al pronto soccorso insieme all’assessore alla Mobilità, Renato Boraso, e al direttore del Servizio automobilistico, Elio Zaggia, per sincerarsi delle condizioni dei feriti con un colloquio con il dottor Caputo del 118 e la dottoressa Rosada del pronto soccorso. L’assessore Boraso, a nome della giunta e del sindaco Luigi Brugnaro, esprime un grande ringraziamento alle forze dell’ordine, ai vigili del fuoco e agli operatori del 118 per la professionalità dimostrata e la gestione dell’incidente. Ringrazia anche l’autista del bus Actv per il comportamento professionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento