menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bricola "trapassa" vaporetto, le dichiarazioni di Actv e Codacons

Tanto l'azienda quanto l'associazione dei consumatori hanno diffuso le loro ragioni con dei comunicati stampa. Sul caso si è espresso anche il commissario

Lo spaventoso incidente che venerdì pomeriggio ha visto un vaporetto in manovra finire “trapassato” dal palo di una bricola è stato, come prevedibile, seguito da una raffica di comunicati stampa, provenienti da Actv, Comune e Codacons. Se l'azienda di trasporto pubblico, da una parte, parla di una dinamica esatta ancora da valutare, l'associazione dei consumatori, invece, è già pronta a chiedere i risarcimenti da parte dei passeggeri.

“In merito all’incidente avvenuto alla fermata Palanca – scrive la società di trasporti lagunare in una nota - Actv esprime innanzitutto il proprio sgomento e dispiacere per l’accaduto e vicinanza alle persone rimaste ferite. Actv ha inviato immediatamente sul luogo i propri responsabili e funzionari per le prime rilevazioni. La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio e non è possibile al momento stabilire con certezza cause e responsabilità, tutte le ipotesi saranno considerate e attentamente analizzate. L’imbarcazione e il pontone che stava eseguendo i lavori sono attualmente posti sotto sequestro e a disposizione delle autorità competenti per ogni accertamento”.

Anche il commissario straordinario del Comune di Venezia, Vittorio Zappalorto, venuto a conoscenza dell'incidente, ha voluto esprimere, anche a nome della città, gli auguri di pronta guarigione ai passeggeri feriti e la sua vicinanza alle famiglie. In attesa degli accertamenti che farà la Magistratura con le autorità marittime competenti, Zappalorto ha chiesto alla direzione di Actv una relazione sull'incidente.

Il Codacons, intanto, giudica molto grave l’incidente e chiede sia fatta massima chiarezza sull’episodio nell’interesse degli utenti: “Le conseguenze dello scontro avrebbero potuto essere assai più gravi – denuncia l’associazione – per questo vogliamo conoscere le responsabilità connesse all’incidente e se siano state rispettate le norme di sicurezza. Tutti i passeggeri del vaporetto devono essere risarciti per la paura subita e i rischi corsi; in tal senso il nostro ufficio legale offre assistenza legale per avviare le dovute pratiche risarcitorie”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Venezia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento