menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Esplode contenitore di varechina alla Grandi Molini, 4 operai portati all'ospedale

L'incidente nello stabilimento di via dell'Elettricità a Marghera. I lavoratori, di una ditta esterna, non sarebbero gravi. Il problema causato dai gas sprigionati dalla sostanza

Per fortuna tutti e quattro gli operai coinvolti non sarebbero in condizioni gravi. Hanno raggiunto il pronto soccorso dell'Angelo di Mestre in codice giallo, senza che quindi i medici ravvisassero un pericolo di vita. Verso le 18 di mercoledì gli operatori di una ditta esterna specializzata in disinfestazioni di Marcon pare fossero impegnati in operazioni di pulizia di un silos nello stabilimento Grandi Molini Italiani di via dell'Elettricità a Marghera quando, per cause ancora al vaglio degli ispettori dello Spisal dell'Ulss 12, sarebbe esploso un contenitore dalle dimensioni di 1 metro cubo che conteneva varechina. La zona dell'incidente al termine delle operazioni di soccorso sarà posta sotto sequestro.

I gas sprigionati dalla sostanza causano bruciori agli occhi e sono pericolosi se inalati. Per questo motivo i lavoratori, subito soccorsi dai colleghi, avrebbero richiesto l'intervento dei sanitari del 118. Una volta sul posto, le equipe mediche hanno trasportato i feriti al'Angelo. Fonti ospedaliere minimizzano la gravità delle conseguenze dell'accaduto, parlando di conseguenze poco preoccupanti.

Immediato l'allarme lanciato anche alla centrale operativa dei vigili del fuoco, che ha inviato il nucleo Nbcr e almeno una squadra del comando di Mestre. Il Comune ha sottolineato in una nota che "al momento non sono segnalati pericoli per la popolazione". Per poi aggiornare il messaggio affermando che è stato definitivamente escluso qualsiasi rischio. La quantità di varechina fuoriuscita dal tank sarebbe stata comunque limitata. L'esplosione nel momento in cui i 4 operai avrebbero appoggiato a terra il contenitore, a causa a quanto pare di una reazione chimica. Sul posto è intervenuta anche la polizia.

Uno dei 4 lavoratori è stato dimesso in serata, alle prese con alcune bendature specie nella zona degli occhi. Un secondo aveva riportato anche dei tagli al braccio, riportati a causa con ogni probabilità del trambusto subito dopo l'incidente. Un terzo coinvolto avrebbe riportato traumi un po' più preoccupanti, anch'egli alle prese con bendature agli occhi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento