menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paura per il futuro, i lavoratori provinciali al Consiglio regionale

Nuovo capitolo della difficile transizione da Provincia a città metropolitana: dipendenti e rappresentanze sindacali si sono incontrati a palazzo Ferro Fini

C'erano rappresentanze da tutte le province del Veneto: dipendenti e sindacati hanno portato martedì in Consiglio regionale veneto le loro istanze, all'interno di un duplice incontro avvenuto a palazzo Ferro Fini. Alla base delle preoccupazioni il "futuro oscuro" al quale sono condannati, da mesi, dipendenti e servizi offerti dalle province, ora che le le province non esistono più.

Le sigle sindacali di Cisl e Uil chiedono quindi che la Regione acceleri il passo per uscire da una situazione di grave stallo e pesante disagio. Inoltre fanno presente l'intenzione di contribuire al progetto di legge in merito, presentato da UpI ed Anci.

Agli appuntamenti erano presenti i consiglieri Pigozzo (Pd), Ruzzante (Pd), Sinigaglia (Pd), Tesserin (NcD), Peraro (UdC), Franchetto (Fp), Marangon (Fi), Fracasso (Pd). In particolare Pigozzo ha confermato l'importanza di un'audizione dei lavoratori in commissione, sottolineando che all'interno del progetto di legge UPI-ANCI è necessario aggiungere un ampio riferimento all'area metropolitana di Venezia, elemento essenziale per il futuro della regione e dei suoi servizi". Il presidente del Consiglio regionale, Clodovaldo Ruffato, ha confermato ai lavoratori e ai sindacati che il Consiglio è già attento alla grave situazione e che affronterà il tema subito dopo l'approvazione del bilancio 2015.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Veneto sarà quasi di sicuro in area arancione, Zaia: «Oggi l'Rt è a 1,12»

  • Cronaca

    Ordinanza anti alcol a Venezia in vista del weekend

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento