Profughi: primo tavolo tra nuovo prefetto e sindaci, ma i "dissidenti" non si presentano

L'incontro mercoledì in prefettura, dai toni distesi e all'insegna dello spirito collaborativo. Sconsolato il sindaco di Cona: "Troppe assenze, nessuna soluzione per Conetta"

Un primo incontro dai toni pacati e collaborativi. Come riportano i quotidiani locali, è quello tenutosi mercoledì tra il nuovo prefetto di Venezia, Carlo Boffi, e i sindaci della città metropolitana, quindici in tutto. Nessuna polemica e clima disteso, non fosse altro che al tavolo mancavano i primi cittadini solitamente più critici in materia di migranti. Proprio di profughi e di accoglienza si è parlato, con l'appello del prefetto a comprendere la situazione delicata e collaborare, per alleggerire la posizione di Conetta.

Obiettivo dichiarato quello di far aderire quante più amministrazioni possibili allo Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), secondo cui è l'ente locale a gestire il bando per l'accoglienza integrata: in questa circostanza, il coefficiente massimo applicato per ciascun comune è del 3 per mille: Cona, che ha all'attivo solo 4mila abitanti, potrebbe accogliere, come massimo, 12 richiedenti asilo. Mentre il numero attuale sfora i 1200. Ciò che è emerso dal summit è che l'unica soluzione è quella di smistare i profughi tra i vari comuni. Un po' per uno, quindi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se l'opinione generale dei sindaci riguardo al nuovo prefetto è stata positiva, specie per l'imparzialità e la capacità d'ascolto, a riservare delle frecciate sono stati i primi cittadini assenti al tavolo. Il sindaco di Scorzè, Giovanni Battista Mestriner, ad esempio, ha fatto sapere di apprezzare l'ex prefetto e di essere pronto a conoscere quello nuovo, specificando però di non essere disposto a continuare a partecipare ad un certo tipo di politica, almeno finché dal punto di vista pratico non saranno emerse novità di sorta. "Chi non accoglie, continua a non presentarsi - ha commentato sconsolato il sindaco di Cona, Alberto Panfilio - mancano all'appello i soliti comuni, così come le idee per sfoltire la base di Conetta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

  • Coronavirus, i numeri di oggi in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento