Anziano muore in casa, ma dal polso sparisce il rolex d'oro. Denuncia dei parenti

Il 4 aprile scorso un 90enne giudecchino spirò nella sua abitazione. Il costoso orologio però non è stato più individuato. "Non se ne separava mai". Indagini della Procura di Venezia

Dov'è finito il rolex? Il 4 aprile scorso un anziano della Giudecca spirò all'eta di 90 anni nella sua abitazione. I famigliari, però, dopo alcuni giorni si accorgono che manca all'appello l'oggetto più prezioso che l'anziano possedeva: un Oyster Perpetual dal valore potenzialmente piuttosto elevato.

Denuncia in procura

Per questo motivo hanno presentato denuncia alle autorità. I parenti hanno segnalato che la vittima non si separava mai dall'orologio, che nuovo costerebbe 30mila euro. Invece nel suo ultimo giorno di vita, come riportano i quotidiani locali, il giudecchino viene trovato con solo un braccialetto d'oro al polso. Nulla di più.

Sospetti sulla sera in cui morì

L'orologio? Il 90enne veniva accudito da diverse persone, non solo da congiunti ma anche da personale specializzato, dunque nella sua abitazione in cui viveva solo c'erano spesso "estranei". I famigliari del defunto sono convinti quindi che qualcuno si sia appropriato del monile e per questo hanno chiesto alla Procura di Venezia di far luce sulla vicenda. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Schianto tra un'auto e uno scooter, morto un 17enne

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

  • Nuova ordinanza in Veneto: «Il sabato medi e grandi negozi posso rimanere aperti»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento