menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'ex sindaco Bergamo nega episodi di corruzione: "Nessun favore"

Ha risposto martedì alle domande del pm in merito alle indagini per presunti favori ad un imprenditore a sua volta indagato per mafia

"Nessun favore", l'ex sindaco di Venezia ed ex assessore della Giunta Orsoni, Ugo Bergamo, nega ogni accusa. Lo ha riferito martedì mattina al pubblico ministero, che lo ha iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di corruzione per favori ad un imprenditore locale. A sua volta l'imprenditore è indagato per associazione a delinquere di stampo mafioso, per presunti legami con un boss della 'ndrangheta.

L'episodio contestato riguarda un progetto imprenditoriale che, secondo l'accusa, Bergamo avrebbe cercato di assegnare all'azienda dell'imprenditore "amico". L'ex sindaco avrebbe fatto "forti pressioni" perché l'appalto venisse assegnato a lui, come effettivamente avvenne anche se alla fine saltò per problemi di finanziamenti.

Secondo l'avvocato di Bergamo le intercettazioni telefoniche che hanno portato alle indagini sarebbero state equivocate, provocando "suggestioni investigative". L'imprenditore aveva negato ogni sua affiliazione con la 'ndrangheta, spiegando di aver sempre lavorato con banche private e di non aver mai partecipato ad appalti pubblici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Attualità

Sì al turismo, «strategico per la ripresa economica». Adesioni di cittadini e operatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento