rotate-mobile
Martedì, 28 Giugno 2022
Cronaca Giudecca / Sestiere Giudecca

Individuati i presunti responsabili dello sfregio alla chiesa del Redentore

Si tratterebbe di un gruppo di tre giovani che sono stati ripresi da una telecamera

Sarebbero stati individuati i presunti responsabili dell'imbrattamento della facciata della Basilica del Redentore di Venezia. Secondo quanto riportato dai quotidiani e da Ansa si tratta di un gruppo di tre giovani, che sono stati ripresi da una telecamera. Il danneggiamento sarebbe avvenuto tra le 3.15 e le 3.45 di lunedì, e ad agire sarebbero state in modo particolare due persone. Nei loro confronti scatterà una denuncia per danneggiamento aggravato, oltre alle multe previste dal regolamento di polizia urbana.

L'enorme sfregio di color rosso era apparso lunedì sulla facciata della chiesa, oltre a dei segni in nero sembravano richiamare a una formula. Le segnalazioni erano scattate fin dall'alba, da parte di chi aveva notato l'imbrattamento. Anche la chiesa di Sant'Antonin, a Castello, è stata imbrattata con dei disegni sulla parete esterna pochi giorni fa. La chiesa che risale al 1577, è dall'architetto Andrea Palladio e reca opere del Tintoretto, di Paolo Veronese, di Jacopo Palma il Giovane, di Francesco Bassano, di Alvise Vivarini e di Pietro Della Vecchia. È il punto di riferimento delle celebrazioni della festa del Redentore a metà luglio, per ringraziare il quale fu innalzata la chiesa a seguito del voto fatto per ottenere la liberazione dalla peste nella città lagunare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Individuati i presunti responsabili dello sfregio alla chiesa del Redentore

VeneziaToday è in caricamento