menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sta bene il noleggiatore di pedalò colpito da infarto: "Presto tornerà a casa"

Era stato colto da malore subito dopo la tragedia avvenuta a Jesolo martedì: un 26enne era morto annegato

Un susseguirsi di eventi concitati, un ragazzo morto annegato e un anziano colto da malore sulla spiaggia, probabilmente proprio a causa dello stress provocato dalla notizia del decesso. Tutto è successo in pochi minuti sulla spiaggia di Jesolo, nel primo pomeriggio di martedì: un 26enne residente in provincia di Verona viene soccorso in acqua da un bagnino e riportato a riva, ma è già troppo tardi. I tentativi di salvarlo si rivelano vani. A quel punto un 71enne, proprietario del pedalò con cui il ragazzo era uscito in mare, crolla per un improvviso arresto cardiaco.

Salvato

Il rischio di morte era concreto: "La principale arteria del cuore era occlusa - rivela il direttore della Cardiologia all’Ulss4, Francesco Di Pede - Se si fosse perso tempo prezioso o se questa persona fosse stata trasferita in strutture lontane, il suo cuore avrebbe sicuramente riportato un danno esteso e con esso tutte le conseguenze collegate". A soccorrerlo in prima battuta era stato il personale della Jesolmare e, qualche minuto dopo, il personale del pronto soccorso di Jesolo che ha subito effettuato un elettrocardiogramma in loco e trasmesso all’unità coronarica di San Donà, dove il cardiologo di turno ha disposto l’immediato trasferimento in emodinamica.

Intervento rapido

Alle 16 il dottor Di Pede e la propria equipe hanno eseguito l’intervento di angioplastica nella principale arteria del cuore che si era occlusa, applicando uno stent che ha permesso di far riprendere il muscolo. Infine il paziente è stato trasferito nell’unità coronarica, dove attualmente è ricoverato e le sue condizioni fisiche sono buone: tra qualche giorno rientrerà a casa. La velocità dell’intervento è stata fondamentale: il tempo trascorso tra il primo contatto con gli operatori del Suem in spiaggia e l’intervento eseguito in emodinamica è stato di 45 minuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Marchio Igp per il vetro di Murano e il merletto di Burano

  • Cronaca

    Sport e attività motoria, cosa si può fare in Veneto: le Faq del Governo

  • Cronaca

    Ufficiali i nuovi colori: il Veneto resta arancione

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento