menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Venessia.com

Foto Venessia.com

Bufera sulle informazioni a pagamento Apt, esperimento finito

Mercoledì sono comparsi dei cartelli negli uffici turistici. Risposte a un euro e mezzo. Furiosa la presidente della Provincia Zaccariotto

Bufera sulle informazioni a pagamento per turisti dell'Apt. La sperimentazione è partita mercoledì, in pieno periodo di Carnevale. Poi è rientrata subito. A ogni domanda verrà data risposta. Ma tutto ha un costo. Con un euro e mezzo, poi, si ottiene anche una mappa della città o un calendario degli eventi in laguna. "Gentile ospite, contattare i nostri operatori ti garantisce una informazione quantificata e un utile kit di benvenuto al prezzo di 1,5 euro", si leggeva negli uffici di piazzale Apt di piazzale Roma e di San Marco.

Il tutto tradotto anche in diverse lingue straniere per far comprendere a tutti la novità. Una novità che però, come riportano i quotidiani locali, ha mandato su tutte le furie la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto. Ca' Corner, infatti, avrebbe avuto l'ultima parola. Ma a quanto pare non era a conoscenza di nulla. L'iniziativa a quanto risulta non sarebbe arrivata al tavolo nemmeno del Consiglio di amministrazione di Apt.

Insomma, mancavano i nulla osta ufficiali. Ma qualche dirigente dell'azienda avrebbe dato il "la" lo stesso alle informazioni a pagamento. Inevitabile, dietro anche la minaccia di diffida da parte della presidente Zaccariotto, che la sperimentazione sia stata cancellata seduta stante. Resta sul tappeto, però, il problema dell'autofinanziamento di Apt.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento