Cronaca

Fermato dai carabinieri, ingerisce 12 ovuli di cocaina: in manette

I militari lo avevano notato mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi della stazione ferroviaria di Mestre

Alla vista delle forze dell'ordine, ha ingoiato 12 ovuli di cocaina. L'episodio risale a qualche settimana fa: l'uomo, un 36enne nigeriano, era stato adocchiato nei pressi della stazione ferroviaria di Mestre dai carabinieri impegnati in un servizio di ricognizione nell'area del quartiere Piave. Il presunto pusher si aggirava con fare sospetto, motivo per cui i militari, dopo averne monitorato gli spostamenti in zona, hanno deciso di sottoporlo a un controllo.

Clicca qui per iscriverti al canale WhatsApp di VeneziaToday

Nel momento in cui ha capito di essere "sotto tiro", l'uomo ha deglutito le dosi di droga che nascondeva in bocca, in maniera troppo plateale per non essere notato dai carabinieri. Una volta perquisito, è stato quindi portato all'ospedale dell'Angelo e sottoposto a esami radiografici che hanno accertato la presenza nello stomaco degli ovuli.

Il 36enne è stato quindi arrestato per il reato di "detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti". Nel corso del processo di convalida, il giudice ha disposto per l'uomo la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Venezia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato dai carabinieri, ingerisce 12 ovuli di cocaina: in manette
VeneziaToday è in caricamento