Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Cominciano oggi i lavori del G20

Primo appuntamento sarà il "Global Forum on Productivity". Da domani l'incontro tra i ministri dell'Economia e i governatori delle banche. Zona dell'Arsenale blindata, sabato previste contestazioni

Cominciano oggi, negli spazi dell'Arsenale, le discussioni del G20 sul futuro dell'economia mondiale. Il primo appuntamento è il "Global Forum on Productivity", in programma dalle 11.45 alle 16. Domani sarà la volta del "Tax Symposium" e dell'incontro tra i ministri dell'Economia e dei governatori delle banche, che proseguirà anche nella giornata di sabato, quando si concentreranno le contestazioni alle Zattere. Domenica, giorno di chiusura dei lavori, si terrà la conferenza sul clima. Sono previsti anche eventi al teatro La Fenice e sull'isola di San Giorgio.

Al via il G20 di Venezia

Le misure di sicurezza sono entrate in vigore già dalla giornata di ieri. Restrizioni e controlli, che proseguiranno fino a domenica, riguardano principalmente la zona dell'Arsenale: qui hanno iniziato a riunirsi centinaia di uomini e donne delle forze dell'ordine, mentre gli addetti hanno allestito le transenne che delimitano i percorsi pedonali. In riva si sono radunati agenti in assetto antisommossa. Già nei giorni scorsi sono stati installati i cancelli in corrispondenza delle calli e dei campi della "zona di sicurezza", quelli adiacenti all'Arsenale. I varchi sono presidiati dagli agenti: residenti e frontisti devono munirsi di apposito pass per poterli attraversare.

Ad ogni partenza o arrivo dei "grandi" del G20, principalmente negli hotel che si affacciano sul Canal Grande, sarà temporaneamente bloccato l'accesso al transito acqueo. Così come successo ieri mattina, quando tra le 8 e le 10 si era formato un "cordone" di barche ferme tra l'Accademia e Ca' Rezzonico, anche oggi e nei prossimi giorni la scena potrà ripetersi. L'obiettivo è fare in modo che nessuno si possa avvicinare alle barche dei ministri delle finanze e delle delegazioni. Qualche protesta c'è stata, in particolare da parte dei tassisti lagunari, che avevano più volte ricevuto rassicurazioni sul fronte lavoro. In casi eccezionali il Canal Grande sarà bloccato dalle forze dell'ordine.

Sono operativi, come comunicato già da settimane, i divieti di navigazione privata e pubblica in alcuni canali. Le restrizioni riguardano anche i vaporetti di Actv, con tre fermate sospese (Arsenale, Bacini e Celestia) e un servizio navetta che sostituisce la fermata Ospedale. Le misure portano inevitabilmente dei disagi, sia per i residenti che per i lavoratori: il trasportatore che non ha possibilità di accedere alle calli dove dovrebbe consegnare i pacchi, l'operatrice sanitaria che si rende conto di dover fare un tragitto molto più lungo per raggiungere l'ospedale. I controlli si estendono anche in altri punti di Venezia, con pattuglie che si muovono anche alla stazione ferroviaria e piazzale Roma. Intanto gli elicotteri delle forze dell'ordine sorvolano costantemente la città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cominciano oggi i lavori del G20

VeneziaToday è in caricamento