rotate-mobile
Cronaca

Gli studenti tornano sui banchi: primo giorno di scuola anche nel Veneziano

Primo suono della campanella per oltre 100 mila giovani. I messaggi di auguri del sindaco Brugnaro e del governatore Zaia

Oltre 100 mila studenti, 33 mila  dei quali appartenenti a 54 istituti superiori del Veneziano, da questa mattina tornano sui banchi di scuola. «Questo avvio di anno - ha commentato il presidente del Veneto, Luca Zaia - avviene in un periodo in cui in tutti c’è consapevolezza di un momento storico particolare. Stiamo uscendo faticosamente da una pandemia che non esclude colpi di coda mentre in Europa si combatte una guerra sanguinosa che sta proseguendo da mesi con ripercussioni sociali ed economiche rilevanti. Ma in questi ultimi due anni difficili, come mai prima, abbiamo compreso il valore della scuola nella socialità, cosa significhi frequentare le lezioni a contatto con i compagni ed apprendere con la condivisione diretta».

Scuole rinnovate

I giovani di molti istituti superiori troveranno novità al loro rientro in classe: nuove palestre, aule rimesse a nuovo, edifici ristrutturati, infissi e bagni ripristinati, edifici a prova di sisma e incendio. La Città metropolitana e il settore di edilizia scolastica hanno infatti lavorato per tutti i tre mesi di pausa dell’attività didattica per intervenire in molte strutture che necessitavano di opere di vario genere: dalle manutenzioni straordinarie più massicce a quelle ordinarie. Il sindaco Luigi Brugnaro ha ringraziato i lavoratori e rivolto un augurio ai ragazzi: «Complimenti - ha detto - per il grande impegno a rispettare i tempi di cantiere. I nostri studenti sono sempre in cima ai nostri pensieri e dopo anni di immobilismo stiamo rimettendo in ordine tutte le scuole che abbiamo in gestione. Questo grazie ad un bilancio in ordine e alla capacità dei nostri uffici di intercettare bandi europei e ministeriali utili. Le tre nuove palestre sono un grande segnale, come lo sono tutti i piccoli interventi, spesso fondamentali, per la vita scolastica quotidiana. Auguro a tutti, studenti, docenti e personale Ata, un ritorno sui banchi e nelle aule che rappresenti anche il pieno ritorno alla normalità dopo la pandemia».

A Mestre, Dolo e San Donà gli alunni dei licei Bruno, Galilei e Montale troveranno nuove palestre, mentre per il liceo Marco Polo e il liceo artistico di Rio San Trovaso, rispettivamente a palazzo Bollani e palazzo Basadonna, sono stati disposti interventi di adeguamento sismico e lavori per l’ottenimento del certificato di prevenzione incendi (Cpi) oltre all’installazione della scala antincendio esterna per una spesa di circa 4,2 milioni di euro complessivi. Numerosi sono anche gli interventi negli edifici e nelle palestre delle scuole della zona sud della provincia, in particolare nei Comuni di Mirano, Dolo, Chioggia e Cavarzere eseguiti quest'estate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti tornano sui banchi: primo giorno di scuola anche nel Veneziano

VeneziaToday è in caricamento