menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il semiasse brandito contro i vigili

Il semiasse brandito contro i vigili

Abusivo scappa dai vigili, parte l'inseguimento in centro a Bibione

Martedì nel pomeriggio era stato fermato un furgone, subito ripartito a tutto gas alla vista delle divise. Il conducente ha aggredito gli agenti con un semiasse

Inseguimento a sirene spiegate martedì pomeriggio a Bibione, dove un piccolo furgone condotto da un venditore abusivo è stato a lungo tallonato da una pattuglia in borghese della polizia locale, diretta dal dirigente Andrea Gallo. L’inseguimento del furgone, a oltre 100 chilometri orari in centro abitato, è iniziato verso le 18.20 quando un'auto civetta con agenti in abiti civili ha intercettato il furgone che transitava su via Pineda in uscita dalla località balneare. Alla richiesta di fermarsi, il conducente ha accelerato improvvisamente zigzagando tra i veicoli e fuggendo a tutta velocità verso il ponte di Lignano dove gli agenti, con sirene e lampeggiante mobile sul tettuccio dell’auto civetta, lo hanno bloccato dopo averlo inseguito per qualche chilometro. Lo stesso conducente, uscendo dal mezzo, ha tentato anche di colpire gli agenti con un semiasse che aveva in auto ma il venditore è stato prontamente bloccato e caricato in auto.

DELITTO E CASTIGO - Sul furgone sono state rinvenute decine di asciugamani, posti sotto sequestro, e 400 euro nascosti sotto il volante. Per l'irregolare, un marocchino di 33 anni residente a Cervignano del Friuli, è scattata la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e per detenzione di oggetti da scasso, oltre a varie violazioni al codice della strada. Lo straniero anche nel 2013 si era reso protagonista di un episodio di resistenza contro un’altra forza di polizia. Per lui scatterà ora la richiesta alla questura del foglio di via dal Comune di San Michele. “Sono quotidiani i controlli volanti da parte di pattuglie in borghese – spiega il comandante della polizia locale bibionese Andrea Gallo - e sono numerosi i sequestri che vengono effettuati ai venditori che entrano ed escono da Bibione al mattino e nel tardo pomeriggio. Sono controlli molto efficaci e, come in questo caso, il venditore non ha avuto scampo ed è stato bloccato e sanzionato soprattutto per il comportamento pericoloso tenuto durante la sua fuga”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Attualità

I volontari si prendono cura del forte Tron

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento