menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inseguimento ad alta velocità nella nebbia, l'Audi in fuga si schianta: un arresto

Un'auto rubata è stata tallonata dalla polizia a Jesolo nella notte tra lunedì e martedì. I malviventi hanno perso il controllo del veicolo, poi hanno tentato di scappare a piedi

Pericoloso inseguimento nella nebbia notturna, alla fine "vince" la polizia che riesce a indurre in errore i fuggitivi. Succede alle 3.10 della notte tra lunedì e martedì, quando una volante del commissariato di Jesolo intercetta in via Aleardi una Audi S3 con quattro persone a bordo. È una zona semidisabitata del Lido, in una notte in cui la nebbia è fittissima: quanto basta per indurre gli agenti di via Pietro Sassaro ad allertare la sala operativa per i controlli di rito. E infatti subito dopo si scopre che l'auto risulta non coperta da polizza assicurativa.

Il conducente della S3 si accorge di essere tallonato dalla pattuglia, fa un giro completo della rotatoria di via Buonarroti ritornando sui suoi passi e poi spinge sull’acceleratore per darsi alla fuga. Inizia così un difficile e inseguimento nella nebbia, sull'asfalto reso viscido dall’umidità. L’Audi si dirige decisa fuori Jesolo, imbocca via Adriatico e accelera ulteriormente. Ma la pattuglia non demorde e mette sotto pressione il conducente del veicolo, che alla fine fa una manovra errata.

Alla rotonda “Tosano” il fuggitivo perde il controllo del mezzo, che va a schiantarsi di fianco sul cordolo in cemento della rotatoria. L’auto sobbalza, lo scavalca e finisce la sua corsa in mezzo alla rotonda con due ruote fuori uso. I quattro occupanti escono dal mezzo e si danno alla fuga a piedi nella nebbia verso i campi. Gli agenti si mettono all’inseguimento e riescono a catturarne uno, P.A., 42 anni, albanese. Lui reagisce sferrando calci e pugni agli operatori, ma alla fine viene neutralizzato e arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Martedì mattina, in tribunale a Venezia, viene condannato con rito direttissimo a nove mesi con la condizionale. Per lui anche una denuncia per ricettazione, visto che l’Audi era stata rubata poche ore prima a Treviso. All'interno dell'auto sono stati trovati effetti personali e vestiario del legittimo proprietario del mezzo, che aveva ricevuto la visita dei ladri in casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento