Inseguimento di notte in laguna, giovane vuole seminare i finanzieri

Denunciato un 21enne veneziano scappato a bordo di un motoscafo spegnendo le luci fino alla Certosa. Non aveva la patente necessaria

Inseguimento nella notte tra le acque della laguna. Davanti un motoscafo da 300 cavalli, dietro una imbarcazione del reparto navale della guardia di finanza che poco dopo le 24 si trovava in servizio di pattugliamento nel canale della Giudecca, all'altezza del rio della Croce. In quel punto le fiamme gialle hanno intimato l'alt all'altro natante, visto che stava transitando a velocità troppo elevata. Ma il potente motoscafo ha fatto finta di niente e ha continuato per la sua strada.

Di conseguenza è scattato un inseguimento a sirene spiegate, con il fuggitivo che per mettere i bastoni tra le ruote ai baschi verdi aveva spento tutte le luci. In modo da non essere individuato mentre si dirigeva in zone dal basso fondale. La corsa si è conclusa solo nelle vicinanze dell'isola della Certosa, quando i finanzieri sono riusciti ad affiancare il malintenzionato costringendolo ad arrestare la propria corsa. A bordo c'era un 21enne veneziano privo di patente nautica, obbligatoria per quel tipo di imbarcazione, naturalmente finita sotto sequestro. Per il giovane una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

  • Recuperato senza vita l'anziano di San Donà

Torna su
VeneziaToday è in caricamento