menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disabile dopo l'incidente, trova un impiego grazie all'Ulss: festa per i 10 anni di lavoro

Importante appuntamento per Fabio, che sarà festeggiato dalla famiglia e dagli amici di Ottava Presa nell'azienda ortoflorovivaistica in cui è occupato da un decennio

Una storia notevole ed una festa che rende onore a Fabio, rimasto a soli due anni vittima di un incidente stradale che gli ha provocato conseguenze fisiche perenni. Poi, grazie al servizio di inserimento al lavoro di persone con disabilità, è riuscito a trovare un impiego che ha dato ottimi risultati per tutti, soprattutto dal punto di vista umano. Anni fa, in seguito al trauma, la famiglia ha deciso di trasferirsi da Milano a Ottava Presa di Caorle dove l'allora (piccolo) Fabio, oggi adulto, diversamente abile, ha frequentato le scuole dell'obbligo e poi un istituto professionale, trovando infine un'occupazione grazie al Servizio Inserimento Lavoro (SIL) dell'Ulss10. Ora, in occasione del decimo anno di inserimento lavorativo, il datore di lavoro, in accordo con il SIL, ha deciso di dedicargli una festa a cui parteciperà anche la comunità della piccola frazione di Caorle.

L'appuntamento per Fabio, la famiglia e i tanti suoi amici di Ottava Presa, è in programma sabato alle 11 nell'azienda ortoflorovivaistica Franco Perinel. In questo luogo, dal 2006, Fabio svolge l'invasatura per la preparazione di fiori e piante ornamentali, la pulizia e il riordino del negozio e della serra. "Oltre ad offrire la possibilità di svolgere un lavoro - spiegano i genitori - in questa azienda abbiamo trovato persone che vogliono del bene a nostro figlio, non potevamo chiedere di meglio".  "Siamo molto affezionati a Fabio e alla sua famiglia - confermano i titolari del vivaio, Franco e  Liliana Perinel - se non ci fosse lui ci sarebbe un vuoto".

Questo lieto evento è solo uno dei tanti inserimenti lavorativi prodotti dal SIL nei 25 anni di attività. L'ente ha il compito di favorire l'integrazione lavorativa e sociale di persone in situazioni di difficoltà, attraverso progetti formativi, riabilitativi e socializzanti. "Quotidianamente i nostri operatori si adoperano affinché questi inserimenti lavorativi diventino, per le persone disabili, un'occasione di uscire di casa ed essere occupati in un'attività lavorativa, rapportandosi con altre persone - spiega la dottoressa Lorella Bortolan, responsabile del SIL- . Tutto ciò grazie anche alla disponibilità di molte aziende pubbliche e private operanti nel nostro territorio. I progetti di questo servizio offrono un valore aggiunto alle imprese che ogni giorno producono servizi o prodotti alla propria clientela".

Nel 2015 il SIL ha realizzato inserimenti lavorativi per 272 persone, di cui 148 con disabilità, 62 in trattamento nei servizi psichiatrici, 20 in trattamento presso i servizi per le dipendenze, 42 in situazioni di disagio sociale. Hanno contribuito con la propria disponibilità, e alla buona riuscita degli inserimenti, 89 aziende private, 4 cooperative sociali, 16 enti pubblici, 2 società partecipate, 20 istituti scolastici pubblici, 26 associazioni private.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento