rotate-mobile
Cronaca

Presunto insulto razzista a un 13enne: tensione in campo, poi la rissa tra i genitori

È successo a Fossalta di Portogruaro, durante la partita tra i giovanissimi della squadra di casa e la Gregorense dell'Arcella (Padova). La bagarre è poi passata sugli spalti

Il brutto del calcio, anche a livello locale. Rissa sugli spalti tra genitori a Fossalta di Portogruaro durante l'incontro di calcio tra due squadre di giovanissimi, la Fossaltese e la Gregorense Trinitas Pontevi, squadra dell'Arcella di Padova. A scaldare gli animi è stata la frase "negro di m...." lanciato a fine gara ad un calciatore di 13 anni di colore della squadra del Veneziano. La bagarre dal campo si è trasferita sugli spalti, dove solo volati pugni e offese tra i familiari dei piccoli atleti.

Da parte loro, i sostenitori della Gregorense affermano che ad accendere la miccia sono stati, invece, gli avversari. "Razzisti noi? Mi viene da ridere - si difende Michele Caccaro, presidente della squadra padovana - noi accogliamo tutti e lo abbiamo sempre fatto. Tra le nostre formazioni vantiamo una decina di ragazzini di colore". Ora i giocatori che per primi hanno innescato la zuffa in campo rischiano squalifiche pesanti, mentre i familiari coinvolti nella rissa eventuali strascichi di natura penale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunto insulto razzista a un 13enne: tensione in campo, poi la rissa tra i genitori

VeneziaToday è in caricamento