Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Chioggia

Insulti e minacce al vescovo di Chioggia: «La pagherai cara». Arrestato 21enne

La polizia ha eseguito un provvedimento firmato dal giudice nei confronti di un ragazzo chioggiotto che da tempo creava problemi in Riva Vena

Nella mattinata di ieri i poliziotti del commissariato di Chioggia hanno arrestato P.M, chioggiotto di 21 anni, che è stato posto agli arresti domiciliari in esecuzione di un'ordinanza firmata dal giudice. Il provvedimento è arrivato al termine di alcune indagini su degli atti persecutori commessi dal giovane nei confronti di un esercente di Riva Vena.

Inoltre, nelle ultime settimane, il 21enne si era reso protagonista di alcuni episodi di microcriminalità e molestie che avevano generato nella cittadinanza una percezione di insicurezza ed allarme sociale. Tra questi, anche alcuni episodi di insulti ai danni del vescovo di Chioggia, Monsignor Adriano Tessarollo.

«Sotto i portici ci piomba addosso, dietro a un altro della banda, io prendo il ponte e dico che non ho paura - scriveva su Facebook alcune settimane fa il vescovo -. Questi sanno che sono padroni della situazione e dei loro affari. Il centro di Chioggia è insicuro: giovani violenti conosciuti da tutti, in Riva Vena, in zona ponte Zitelle. Tutti sanno e non osano parlare. Ieri sera passa un sacerdote e viene molestato, tentano di strappargli la Bibbia. Oggi passa il vescovo e si prende del pedofilo, e questi sguazzano liberamente, mai un vigile che passa, la polizia, ti dicono che c'è una pattuglia sola e non possono fare niente. Carabinieri: chiami e ora che vengono questi si ritirano in casa. Ripeto, tutti sanno e nessuno fa niente, che vergogna. Quale tutela?». La risposta è arrivata nelle ultime ore, con l'ordinanza emessa dal giudice nei confronti del 21enne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e minacce al vescovo di Chioggia: «La pagherai cara». Arrestato 21enne

VeneziaToday è in caricamento