menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cavalcavia nel mirino: ripetuti interventi della polizia locale contro i barbanera

Uno sgombero mercoledì mattina. Rimossi numerosi giacigli e una gran quantità di sporcizia. Al lavoro a lungo gli agenti della polizia locale. Altre operazioni nelle scorse giornate

Continua la battaglia contro il degrado da parte della polizia locale. Inevitabile che nel mirino finiscano i cavalcavia sotto cui trovano rifugio i barbanera, senza fissa dimora il più delle volte di origini romene che di giorno elemosinano a Venezia, la sera si riparano in ricoveri di fortuna. Così, negli ultimi giorni, sono stati ripuliti sia il cavalcavia del "troso" di via della Libertà, sia quello di tra via delle Industrie e via della Pila, dove è stato posizionato del nastro bianco e rosso e gran parte della sporcizia è stata accatastata in attesa di essere rimossa. Ciò che colpisce è la condizione invece del cavalcavia di Marghera, in zona via della Libertà: di recente è stato sgomberato di tutti i rifiuti e bivacchi a cielo aperto ben visibili dalla strada. E' uno dei rifugi dei barbanera: negli ultimi giorni ci dormivano più di una decina di persone, tra donne e uomini. Il più delle volte "invisibili" durante il giorno. Diverso lo scenario nelle ore serali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fatto sta che transitando in auto per il "troso" che permette di invertire il proprio senso di marcia in via della Libertà, nei giorni scorsi si vedevano numerosi giacigli. Con in più vestiti, resti di cibo e di fuochi. Una situazione dal punto di vista igienico "estrema". A poco sono servite le reti anti-intrusione posizionate dall'allora amministrazione Orsoni in corrispondenza del cavalcavia. La struttura metallica è stata segata e col tempo reintrodursi sotto al cavalcavia di Marghera è tornato a essere agevole.

cavalcavia marghera-2-2-2

Almeno fino a quando gli uomini della polizia locale, nell'ambito del progetto "Oculus", hanno fatto letteralmente piazza pulita. Al termine dell'operazione a terra non è rimasto nulla. "Chissà quanto durerà", commenta un residente che a più riprese ha segnalato la pericolosità della presenza della comunità nomade in quella zona. Specie per le fiamme libere accese in passato durante le ore notturne. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento