"Per la scuola servono soldi, Roma ci faccia sforare il patto di stabilità"

L'appello è stato lanciato stamattina dall'asseossore ai Lavori pubblici Alessandro Maggioni e l'assessore all'Istruzione Andrea Ferrazzi: "Quest'estate sono stati spesi 7 milioni di euro"

“Per l’edilizia scolastica, in Italia, servirebbero in questo momento 10 miliardi di euro, invece si assiste a un continuo e progressivo disimpegno del governo in questo settore, che lascia gli enti locali quasi da soli in prima linea. Noi come Comune stiamo facendo anche più del possibile, ma attendiamo da Roma dei segnali concreti: il primo potrebbe essere quello di consentire, per questi interventi, di sforare il patto di stabilità”. Questo l'appello lanciato dagli assessori comunali ai Lavori pubblici, Alessandro Maggioni, e alle Politiche educative, Andrea Ferrazzi, nel corso della visita ai lavori compiuti in alcune scuole di Marghera, cui hanno preso parte tra gli altri, in rappresentanza della stessa municipalità, il presidente, Flavio Dal Corso, e il delegato ai Lavori pubblici, Valdino Marangon.

Il sopralluogo è cominciato alla storica scuola elementare “Grimani”, attiva dal 1926, dove, nel corso dell’estate, è stata messa in sicurezza un’ala esterna, da cui era caduto parte dell’intonaco, con interventi che hanno riguardato anche il tetto, nonchè la ridipintura con i colori originari. Poi è stata visitata la materna “Nerina Volpi” dove è stato installato, nel quadro degli interventi previsti per l’abbattimento delle barriere architettoniche, un ascensore interno. “Altri due – ha spiegato il presidente Dal Corso – sono stati realizzati nelle scuole ‘Capuozzo’ di Catene e ‘Fratelli Bandiera’ di Malcontenta, per un costo complessivo di 170mila euro, cui ne vanno aggiunti 130mila per i lavori alla ‘Grimani’".

“Quest’estate – ha ricordato Maggioni – il Comune ha investito complessivamente 7 milioni di euro per l’edilizia scolastica nel nostro territorio e si prepara, nonostante le difficoltà di bilancio, a fare altrettanto nel prossimo anno, perché è fondamentale dare ai ragazzi e alle loro famiglie istituti sicuri e confortevoli”.

“E’ un impegno – ha sottolineato Ferrazzi – di cui gli edifici scolastici della Municipalità di Marghera stanno beneficiando in maniera particolare: è proprio qui, tra l’altro, che stiamo realizzando una nuovo istituto. La nascita di una nuova scuola è importante non solo da un punto di vista educativo, ma anche sociale: essa è un presidio fondamentale, un luogo di riconoscimento e di aggregazione di ogni comunità”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Elezioni 2020, a Portogruaro sarà ballottaggio tra Santandrea e Favero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento