Nemmeno inaugurato e il maxi ostello della Vempa è già quasi pieno: "Un successo"

Taglio del nastro ufficiale venerdì pomeriggio per la struttura da 350 camere (si parte da 12 euro per posto letto) di A&O: "Porteremo lavoro e servizi". Entro il 2019 c'è il raddoppio

Camere da un minimo di 12 euro (ma se si vogliono più servizi il costo lievita), e già per tre quarti occupate. Spazi funzionali e la volontà di offrire il minimo indispensabile per una vacanza senza fronzoli ma senza patemi. E' stato inaugurato nel primo pomeriggio di venerdì il maxi ostello di via Ca' Marcello a Mestre della catena tedesca A&0. Si tratta di una maxi struttura, che in futuro sarà anche ampliata, che sorge dove un tempo era situato il palazzo dell'ex Vempa. Un'operazione di recupero urbanistico, laddove per anni non c'è stato nulla. Sono 320 le stanze prenotabili anche online su 9 piani. Nei primi 2 giorni è stato già pienone, complice la posizione strategica per raggiungere Venezia con i mezzi pubblici. 

VIAGGIO ALL'INTERNO DELLA STRUTTURA - VIDEO

"Diciotto mesi fa c'era un immobile abbandonato per decenni - ha commentato - speriamo che entro la fine del 2019 il raddoppio dell'ostello e l'intervento di Mdk (sorgeranno altre 4 strutture ricettive, ndr) sull'altro lato della strada vadano a compimento per consegnare alla città un tratto di strada completo e soprattutto dare la possibilità di nuovi posti di lavoro. Questa struttura è la prima che sorge in quest'area, sino a questo momento considerata di periferia e degrado, ma che invece diventerà un luogo non più di passaggio, ma di passeggio: un'unica passeggiata sino a via Trento, attraversando anche la stazione".

I primi due giorni di apertura hanno avuto una media di 400 o 450 persone al giorno, senza avvisare. Già in questi due giorni si vede un cambiamento dell'area. Ci rende contenti come progettisti che questo progetto a un'influenza positiva a livello urbano. "Ciò che forse è più interessante è il confronto con quello che c'era prima - dichiara Sandro Bisà, uno dei progettisti - era un edificio pensato per le auto. Era un edificio che si rivolgeva un traffico degli anni Sessanta. Abbiamo chiuso con questa impostazione. Ci siamo staccati dalla rampa Cavalcavia e ci siamo aperti con l'ingresso su via Ca' Marcello, area che verrà recuperata. L'impostazione estetica voleva evidenziare i due fronti, molto neutro verso la città, che è diventato il 'retro' e il fronte verso la stazione, quasi una nuova porta verso la stazione e il mondo".

Il target sono studenti, scolaresce, giovani e famiglie. "Abbiamo 33 ostelli, questo è il quinto paese. Iniziamo da Venezia - ha dichiarato il Ceo di A&O, Oliver Winter - Cambieremo quest'area. Questa zona subirà molti cambiamenti, in pochi anni qui attorno ci saranno bar e ristoranti. Ogni giorno avremo 1000 ospiti qui che chiederanno servizi. Porteremo posti di lavoro"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Natale con congiunti ma senza abbracci: le regole per cenone e veglione di Capodanno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, il prossimo mese il Veneto potrebbe essere area a rischio elevato

  • Perché Venezia era piena di gatti?

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

Torna su
VeneziaToday è in caricamento