menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Invalida al 100 per cento, ma adesso rischia di venire sfrattata

Vive nello stesso appartamento da 20 anni, ma da quando la madre è stata trasferita in una casa di cura per una 76enne è iniziato un incubo

Vive nella stessa casa comunale da vent'anni ma, nonostante il suo status di invalida civile al 100 per cento, ora per una 76enne di Castello c'è il rischio dello sfratto. La donna, che come riporta la Nuova Venezia percepisce una pensione di appena 500 euro mensili, dovrebbe infatti pagare 253 euro al mese e altri 6.300 euro di arretrati oppure decidere di lasciare la casa in cui abita dal 1993.

INCUBO BUROCRATICO – A scatenare le richieste del Comune non sono state insolvenze o morosità, ma solamente la “normale” trafila burocratica. Nel 1993 la donna era tornata a vivere come ospite autorizzata assieme all’anziana madre, classe 1915, assegnataria dell’alloggio di Santa Giustina. Due anni fa però la signora è rimasta vittima della demenza senile che la portava a vagare per le calli veneziane. La figlia e il nipote hanno quindi deciso di ricoverarla prima presso la casa di cura Anni Azzurri e poi in via definitiva presso la casa di Cura San Lorenzo. La figlia 76enne, che a seguito di un ictus cerebrale è rimasta semiparalizzata al lato sinistro e con difficoltà nell'articolazione delle parole, ha quindi fatto richiesta di subentro, precipitando però in un vortice di dinieghi, canoni, documenti e cud.

ULTIMO AVVISO – Lo scorso 4 giugno infine è arrivata la raccomandata di Insula che richiede un arretrato di oltre 6 mila euro da pagare. La somma in realtà non fa riferimento a mensilità non pagate o ad altre morosità, si tratterebbe invece di un “semplice” conguaglio - retrodatato - del nuovo affitto con il vecchio. Lo stesso affitto, poi, non permetterebbe comunque all'anziana di restare nell'appartamento di Santa Giustina, ma la obbligherebbe comunque ad un trasloco in un’altra abitazione in social housing, dunque, a canone calmierato, ma non sociale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento