menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malaria: c'è l'ipotesi che il contagio possa essere stato causato da un ago pungidito

Una delle alternative è che lo strumento per misurare il diabete a Sofia nell'ospedale di Trento possa essere stato usato per diagnosticare la malaria alle due bimbe ricoverate

Una delle ipotesi è che a causare il contagio alla piccola Sofia potrebbe essere stato un ago pungidito, di quelli che si utilizzano per controllare il diabete ma anche un esame utile a diagnosticare la malaria. Gli inquirenti starebbero lavorando anche in questa direzione per far luce sulla morte della bimba trentina di 4 anni spirata nei giorni scorsi agli Spedali Civili di Brescia dopo un trasferimento d'urgenza.

IPOTESI AGO PUNGIDITO

Gli accertamenti si muoverebbero anche in questa direzione, che individuerebbero dunque il luogo del contagio nell'ospedale di Trento, dove in Pediatria erano presenti due bimbe ricoverate per malaria (Sofia lo era per diabete). La task force del ministero della Sanità, oltre che i Nas, stanno continuando gli accertamenti anche sulla degenza della piccola all'ospedale di Portogruaro, struttura sanitaria raggiunta dalla famiglia di Sofia mentre si trovava in vacanza in un campeggio di Bibione. Anche se non sarebbero state individuate zanzare in grado di trasportare il virus in territorio nazionale.

ATTESA PER I RISULTATI DELL'AUTOPSIA

Si attendono gli esiti degli esami tossicologici dell'autopsia per individuare con precisione il ceppo della malattia: se quest'ultimo sarà identico a quello delle due bambine ricoverate a Trento, allora l'ipotesi che il contagio sia avvenuto al di fuori del territorio veneto si farà più probabile.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Brugnaro: «Il 24-25 aprile pronti ad aprire tutti i musei»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento