menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Isole in rete", versione autunnale Evento il 27 e 28 settembre

L'annuncio arriva dal Comune, le oltre 80 iniziative saranno coordinate dall'istutuzione "Parco della Laguna". Previste linee speciali Actv

Tutto pronto per l’edizione autunnale della manifestazione “Isole in rete”. Sabato 27 e domenica 28 settembre sarà infatti riproposto il Festival della Laguna di Venezia. L’organizzazione è curata dall’istituzione “Parco della Laguna del Comune”. Il programma e gli obiettivi sono stati illustrati martedì a Ca’ Farsetti dalla presidente Alessandra Taverna: “La manifestazione è nata per mettere in rete le isole e gli operatori economici e culturali, nonché le associazioni che vivono e lavorano in Laguna. Il primo passo è stato quello di pensare ad un diverso sistema di trasporto pubblico, che, proprio a  partire dalla sperimentazione di 'Isole in Rete' possa consolidarsi e venire così incontro alle esigenze dei residenti”.

Saranno tre le linee speciali istituite con vaporetti Actv, che si possono prendere acquistano il pass “Isole in Rete”: una  circolare, “Parco della Laguna n. 1”, che tocca le diverse isole coinvolte nel Festival partendo dai Giardini della Biennale (ossia Certosa, Murano, Mazzorbo, Torcello, Burano, Sant'Erasmo) e due che collegano le isole con la Terraferma, cioè “Parco della Laguna n. 2”, attivata in collaborazione con l'Istituzione Boschi e Grandi Parchi, tra San Giuliano e Murano e “Parco della Laguna n. 3”, proposta dal Consorzio Venezia Nativa, tra Ca' Noghera e Burano. A questi servizi si affiancheranno poi altre navette che collegheranno Murano, San Giacomo in Paludo, Mazzorbo e Mazzorbetto, ma anche Burano e Altino, e – per la prima volta - Sant'Erasmo e le Vignole.

Le iniziative previste sono oltre 80, Taverna ha voluto rimarcare la partecipazione massiccia delle attività produttive di Burano, Mazzorbo e Torcello. Ci sarà una concomitanza con  “Festambiente” alla Certosa e con l'iniziativa “Puliamo il mondo” all'isola di Campalto, e con la degustazione di prodotti locali alle Vignole. Sempre sabato 27 sarà inaugurata alla Torre Massimiliana di Sant’Erasmo una mostra fotografica organizzata in collaborazione con Limosa – Slow Venice, dal titolo “Gli ultimi veneziani”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento