rotate-mobile
Cronaca Chioggia

Chioggia, due ristoranti multati per carenze igieniche e pesce non tracciato

Il risultato delle ispezioni dei carabinieri: sanzioni per 4mila euro, 500 chili di alimenti sequestrati

Nuove ispezioni dei carabinieri di Chioggia per verificare il rispetto delle norme igienico-sanitarie e della tracciabilità della filiera ittica. Nella giornata di ieri i controlli, effettuati assieme al personale dell'Ulss 3, hanno portato a scoprire irregolarità all'interno di due ristoranti della zona, che sono stati multati per un totale di 4mila euro.

Nel primo locale, una trattoria-cicchetteria, sono stati trovati diversi prodotti (crostacei, molluschi, triglie, tonno e preparazioni gastronomiche) privi di etichettatura; inoltre, secondo gli ispettori, «le condizioni igienico sanitarie e di pulizia generale erano appena sufficienti per il proseguo dell’attività, poiché le attrezzature e le superfici di lavoro presentavano accumuli di sporcizia, unto, polvere e residui alimentari». Di conseguenza i generi alimentari sono stati sottoposti a sequestro e il titolare sanzionato per la doppia violazione: mancanza di tracciabilità (1.500 euro) e carenze igieniche (mille euro).

Nel secondo ristorante, un bacaro, la situazione era molto simile, ma l’igiene era rispettata: i carabinieri hanno individuato cozze, moleche, cannolicchi, vongole, baccalà, triglie, canestrelli e sogliole conservati in imballaggi e contenitori anonimi, ovvero privi di indicazioni sull'origine e la provenienza. Anche in questo caso è scattato il sequestro amministrativo, oltre alla sanzione. Tutti i prodotti alimentari, per un peso totale di 500 chili e un valore di circa 700 euro, saranno distrutti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chioggia, due ristoranti multati per carenze igieniche e pesce non tracciato

VeneziaToday è in caricamento