menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo terminal a Fusina? Italia Nostra di traverso: "Navi da crociera fuori dalla laguna"

Lidia Fersuoch commenta la proposta del Gruppo misto al ministro Delrio di spostare le grandi navi in un'area in cui bisognerebbe scavare una nuova area lagunare

Nuovo terminal a Fusina? Italia Nostra non ci sta. "Il progetto presentato dal Gruppo misto al ministro Del Rio - commenta Lidia Fersuoch, presidente della sezione di Venezia Italia Nostra - allargando e scavando un'area lagunare a ridosso del termine dei traghetti è l'ennesimo tentativo di tenere le navi dentro la laguna. Sono universalmente noti i gravi fenomeni erosivi prodotti dagli escavi di grandi canali di navigazione e dal traffico navale che vi si svolge".

"Previsioni catastrofiche"

Le previsioni del Dipartimento di idraulica dell'Università di Padova, come spiegano da Italia Nostra, per la metà del secolo sono catastrofiche: il bacino centrale lagunare diventerà una enorme voragine con profondità incompatibili con una laguna. Il fenomeno del riscaldamento globale e del correlato eustatismo concorreranno ad aumentare drammaticamente il livello del mare, mettendo a repentaglio l'esistenza della laguna.

"La laguna non è un bene a nostra disposizione che possiamo dissipare a piacimento secondo interessi contingenti, ma un patrimonio prezioso e collettivo che siamo chiamati, anche dalla Costituzione, a salvaguardare - continua Fersuoch - Come previsto dal Piano Morfologico del 1992, ancora in attesa di attuazione. In accordo con esso, Italia Nostra e la Società Veneziana di Scienze Naturali hanno elaborato un progetto di recupero e restauro ambientale e morfologico della Laguna che consentirebbe, con interventi limitati e sostenibili, il recupero e la riconversione delle grandi energie prodotte dalle navi in elementi vivificanti l'intero sistema e in particolare la rete di canali naturali del bacino centrale, ora atrofizzati per la presenza del Canale dei Petroli. L'unica condizione è che il traffico navale commerciale, già sostenuto, non aumenti e che la lunghezza delle navi non superi i 240 metri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Incidente in A4 tra due tir e un'auto: conducente incastrato nell'abitacolo

  • Cronaca

    «Con 2 metri di distanza tra i tavoli, i ristoranti non possono aprire»

  • Cronaca

    Case di via Pividor, 18 appartamenti da assegnare

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento