menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Jesolo, novità sulle concessioni demaniali: Federconsorzi unita per evitare perdite

La Direttiva Bolkestein porta cambiamenti per il futuro del litorale, commenta il presidente Cattai: "Cercheremo di coinvolgere tutte le attività economiche della città"

“In diciotto mesi avremo la concessione”. Così ha dichiarato il presidente di Federconsorzi (raggruppa e coordina i 30 consorzi/stabilimenti che gestiscono l’arenile), Renato Cattai, al termine dell’assemblea dei soci. Un incontro importante, quasi determinante per il futuro della spiaggia di Jesolo.

Da questa riunione, infatti, doveva uscire una risoluzione in merito all’azione da prendere per affrontare la cosiddetta “Direttiva Bolkestein”, quella che ha, di fatto, messo nel libero mercato tutte le concessioni demaniali. “Per affrontare questa sfida prossima alla scadenza – ha spiegato Cattai – l’unico modo è quello di presentarsi uniti. Quindi un unico soggetto giuridico che si presenti al bando, così da riuscire a garantire a tutti i soggetti che attualmente operano in sede di demanio, la prosecuzione delle rispettive attività”.

Ed alla fine l’assemblea ha dato il via libera a questa soluzione. “Ora verranno incaricati dei professionisti, che dovranno individuare il soggetto giuridico ideale per il bando. Parallelamente cercheremo di coinvolgere tutte le attività economiche della città, facendo loro capire due cose: da una parte che questo è l’unico modo per vincere questa sfida, dall’altra che ognuno potrà continuare, una volta ottenuta la concessione, con l’attività senza perdere nulla”.

Federconsorzi si è data un limite massimo: diciotto mesi. “In questo lasso di tempo contiamo di incaricare i professionisti, individuare il soggetto giuridico, coinvolgere tutte le attività economiche e, soprattutto, ottenere la concessione. Sarà un percorso non facile, lo sappiamo, ma contiamo di riuscire a portare a casa il risultato”.

A fianco di Federconsorzi si era già schierata ufficialmente l’Associazione Jesolana Albergatori, con l’indirizzo votato all’unanimità dal consiglio. “La scelta è quella del soggetto unico – aveva ribadito il presidente Alessandro Rizzante – contando di lavorare in maniera sinergica, anche con l’amministrazione comunale – conclude Rizzante – al fine di ottenere il massimo risultato, nell’interesse della località”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento