menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La merce sequestrata a Jesolo

La merce sequestrata a Jesolo

La merce "tarocca" si ordina col catalogo, fornitore fermato a Jesolo

"Pizzicato" dai vigili un camion carico di prodotti contraffatti destinati a compratori che la richiedevano addirittura con una app per i tablet

Continua la battaglia contro venditori abusivi e contraffazione lungo le strade di Jesolo, e proprio a seguito di una specifica indagine, mirata ad individuare le fonti di approvvigionamento e i fornitori di merci contraffatte, nella mattinata di domenica è stato fermato dalla polizia municipale in via del Bersagliere un soggetto di nazionalità marocchina a bordo di un autocarro che è risultato pieno zeppo di merci contraffatte.

SU ORDINAZIONE - I prodotti consistenti in scarpe, abiti, cinture, foulard, maglie, portafogli, pantaloni, occhiali e altro delle più prestigiose marche, rispetto alle solite merci contraffatte poste in vendita lungo l'arenile, si distinguevano per l'alto pregio della loro falsificazione in quanto erano del tutto simili ai prodotti originali, avendo, in alcuni casi, al seguito anche l'atto falso della certificazione della casa produttrice. Il marocchino, di anni 55, in possesso di regolare permesso di soggiorno, è uno dei fornitori di merci contraffatte che operano non con le solite modalità di vendita diretta sull'arenile, ma su commissione dopo che il cliente ha verificato il prodotto attraverso iPad o catalogo. L'uomo è stato sottoposto ai rilievi foto segnaletici e denunciato all’autorità giudiziaria per detenzione di merci con marchi contraffatti e ricettazione, mentre la merce è stata sequestrata.

GLI ALTRI CASI - Da segnalare che sono stati redatti anche due verbali per accattonaggio e multato in gruppo di ballerini polacchi che chiedevano soldi in piazza Mazzini, provvedendo anche al sequestro di 70 euro, quale frutto dell’attività illecita. Complessivamente comunque le attività messe in atto, tendenti a monitorare le vie che conducono agli accessi al mare, le fermate all’autostazione, al controllo dei veicoli, nonché ai controlli serali sulle vie centrali del Lido hanno portato nel corso di tutta la settimana scorsa al sequestro di parecchia merce contraffatta. Il materiale sequestrato era costituito da orologi, occhiali, borse, bracciali, bandane, cappelli, articoli per capelli, giocattoli, libri, capi di abbigliamento, ombrelli, girandole, parei, calzini, ombrelli, strofinacci, collane, spille, mutande, tessuti, foulard e molti altri tipi di merci per un totale di 71 verbali stilati e 2.900 pezzi sequestrati in una settimana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento