menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo progetto sicurezza, arrivano i pontili anti-tuffo: il Comune cerca investitori

Paratie in plastica, paletti e segnaletica: basteranno ad impedire i tuffi a bagnati distratti? La giunta jesolana e l'architetto Bertozzi sembrano pensare di sì, manca uno sponsor adeguato

Jesolo - Solo nell’ultima estate ci sono stati quattro episodi gravi, con ben due ragazzi a rischio paralisi. Questa miglioria ai pontili potrebbe essere la soluzione tanto attesa.

Il progetto, lo riporta il Gazzettino, è stato sottoposto al vaglio della giunta comunale, entusiasta della proposta dell’architetto jesolano Marco Bertozzi. Gli elementi chiave sarebbero delle paratie in plastica che impediscano i tuffi – quanto meno nelle zone più rischiose -, dei paletti in legno uniti orizzontalmente, oltre a una segnaletica ancora più evidente sul divieto.

Ovviamente servono i soldi, l’opera non sarebbe certo tra le più costose affrontate dal Comune, ma al momento pare che la presenza di investitori sia necessaria. La soluzione più fattibile sembra quella della sponsorizzazione, magari da parte di un brand che possa trarre vantaggio ad apparire col proprio marchio sui puntili frequentatissimi in estate. Si dice, ma al momento sarebbero solo indiscrezioni, di possibili contatti tra il comune e uno dei due colossi Coca Cola e Fiat.

Agli interessi politici ed economici si affianco anche quelli ecologici, legati all’ambiente: i lavori procederanno seguendo le indicazioni del professor Ruol dell’Univerità di Padova, esperto internazionale di protezione delle coste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Veneto ancora in zona arancione, Confcommercio: «Siamo sconcertati»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento