Cronaca stazione di Mestre

L'alta velocità a braccia incrociate a Venezia: «Riposi accorciati, logistica complicata»

Da lunedì mattina sciopera il personale Frecciarossa alla stazione di Mestre. «Disagi nel raggiungere gli impianti di sosta e le aree di parcheggio. Noi penalizzati nei turni di lavoro mentre i viaggiatori patiscono ritardi»

Da stamattina il personale viaggiante di Frecciarossa dell’impianto Alta velocità di Venezia sta scioperando, e continuerà per otto ore, a partire dalle 9 con presidio alla stazione di Mestre. Le bandiere sono tutte quelle dei sindacati confederali dei trasporti: Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Fast Confsal e Orsa Ferrovie. «Riposi accorciati, logistica complicata da organizzare e impianti di sosta situati a molta disatnza l'uno dall'altro: cosa che complica gli spostamenti agli addetti, rende difficile programmare i turni e riduce, notevolmente, il tempo delle pause».

Tutto questo è aggravato, spiegano le sigle, dalla difficoltà di raggiungere i parcheggi. «Il personale che si reca al lavoro spesso parte all’alba e rientra di notte, lasciando le proprie auto in zone dove hanno già subito atti vandalici che mettono a rischio anche la stessa sicurezza personale. Cosa che i sindacati denunciano da tempo senza che sia state presentate proposte aziendali risolutive». Il personale è in sciopero quindi, per avere attenzione alle richieste e arrivare a una soluzione.

«Questione altresì importante riguarda la corretta professionalizzazione del personale, tale da garantire una distribuzione equa del lavoro e una maggiore qualità del servizio. In sintesi, lo sciopero non è solo una protesta, ma un grido di aiuto per sostenere i problemi reali che il personale ferroviario affronta ogni giorno e a cui, tutt’oggi, l’azienda non ha dato risposte esaustive - affermano - Questa situazione si ripercuote sulla clientela con i ritardi e i disagi visibili nei servizi. Non riteniamo ammissibile queste disattenzioni nei confronti dei lavoratori - concludono - da parte di un grande gruppo d'importanza internazionale, del quale il brand Alta Velocità di Trenitalia fa parte».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'alta velocità a braccia incrociate a Venezia: «Riposi accorciati, logistica complicata»
VeneziaToday è in caricamento