menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"L'altro Capodanno": 39 soccorsi per alcol e ferite a San Marco

Ultimo giorno dell'anno di lavoro per la polizia municipale, che ha requisito oltre un migliaio di botti. Diversi malori e attacchi di panico

Oltre milleduecento pezzi di materiale pirotecnico sequestrati la notte di Capodanno dagli agenti della polizia municipale a Venezia e a Mestre: è questo uno dei dati salienti dell'attività dei sessanta agenti, coordinati da un funzionario, che ieri sera hanno vegliato sulla festa di Capodanno a Venezia e a Mestre.

Nonostante l'ordinanza che vietava i botti, infatti, a Venezia sono stati sequestrati oltre quattrocento artifici vari, mentre a Mestre quasi il doppio. Le oltre 80 mila persone che hanno festeggiato in piazza San Marco sono giunte nell'area marciana tra le ore 22 e le 24; è stata necessaria una deviazione pedonale per il blocco del ponte della Paglia ed è stato attivato un senso unico alle Mercerie.

Intensa anche l'attività del punto di primo soccorso, che ha assistito e curato 39 persone per ferite da taglio causate da vetri rotti, qualche attacco di panico, eccessiva assunzione di sostanze alcoliche o ferite da esplosione.

Veritas ha messo all'opera già dalle ore 2.30 oltre sessanta netturbini a Venezia, supportati, dopo le 6, da altri trentacinque operatori. Venti le imbarcazioni della nettezza urbana in servizio; 134 i metri cubi di immondizia asportati, di cui 20 di vetro. Alle 5 la piazza era già pulita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento