menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Municipale di Bibione "dà i numeri": "Meno agenti degli altri"

Il comandante di polizia locale Andrea Gallo: "Le altre località marittime hanno più personale. Qui 19 abusivi fotosegnalati, 94 massaggiatori multati"

Tempo di tirare le somme per Bibione in fatto di venditori abusivi sulle spiagge. L'estate si è conclusa e di merci contraffatte sul litorale non se ne vendono più. Ben diversa la situazione nei mesi precedenti, fotografata dai dati sugli interventi della polizia municipale della località marittima: 30.991 i sequestri operati per violazione della legge sul commercio, mentre sono stati 11.337 quelli per trasporto ingiustificato. Diciannove i cittadini extracomunitari fotosegnalati, tutti risultati in regola con il permesso di soggiorno e 210 i sequestri di materiale contraffatto. Oltre a quest'ultimo, però, nel mirino anche i massaggi sulla spiaggia. Sono stati 94 i massaggiatori multati da giugno a settembre.

A JESOLO INVECE E' STATA STRAGE DI PATENTI

"Da quest’anno – evidenzia il comandante della polizia locale Andrea Gallo - le forze di polizia operanti a Bibione hanno potuto utilizzare un nuovo strumento sanzionatorio, approvato all’unanimità dal Consiglio comunale del 30 maggio con le modifiche apportate dal Regolamento sulla Vivibilità urbana, attraverso il quale è stato possibile porre sotto sequestro merci trasportate a Bibione in carenza di un giustificato motivo per la sua detenzione. Si è trattato di una modifica normativa che ha dato ottimi risultati".

Il "clou" dei servizi mirati al controllo dei veicoli utilizzati dai venditori ambulanti con posti di blocco lo si è avuto quando verso le 4.30 del mattino un venditore abusivo ha scavalcato lo spartitraffico di via Pineda, fuggendo poi a bordo di un'auto a 150 chilometri orari. Alla fine è stato raggiunto e bloccato dagli agenti. Inevitabile per lui la denuuncia.

"I dati vanno poi rapportati anche al numero di agenti a disposizione del comando di Bibione - dichiara il dirigente Andrea Gallo - e cioè un terzo in meno rispetto a Caorle e due terzi in meno rispetto a quelli che operano a Jesolo".  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento