menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz di carabinieri e Ulss nei laboratori cinesi, ben 17 sequestri

Maxi operazione in tutto il Veneto che ha portato a ben 69 denunce. Il governatore Zaia: "Segnale importante per chi lavora onestamente"

Blitz degli ispettori dell’Ulss in 17 laboratori in tutto il Veneto, 69 persone sono state denunciate e tutte le attività coinvolte sono state poste sotto sequestro. Altre due invece sono state sospese. E’ questo il bilancio di una grossa operazione a cui i sette comandi provinciali dei carabinieri lavoravano da tempo, dopo aver messo la lente d’ingrandimento sulle attività commerciali ed artigianali gestite da cittadini cinesi.

Il governatore Luca Zaia ha diffuso una nota per ringraziare la task force impegnata in questa operazione: “Questi risultati confermano che il Veneto è una fucina nel controllo del territorio e nella lotta all’illegalità cinese”.

Zaia ha voluto poi approfondire la questione: “Dietro questo bilancio si nascondono lavoratori pagati come schiavi, persone che lavoravano in condizioni disumane e un danno ingente al nostro sistema economico. In un momento di crisi operazioni come queste sono un segnale importante per tutelare tutte quelle persone che lavorano onestamente e non si arrendono”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate 2021, Ryanair annuncia 65 nuove rotte dal Veneto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento