Laboratorio alimentare "fantasma" smascherato: manca permesso Asl

I carabinieri di Martellago hanno passato al setaccio le attività della zona, scoprendo il panificatore irregolare e sanzionandolo per oltre 5mila euro

Ancora controlli dei carabinieri nelle ditte della provincia. Questa volta a scendere in campo sono stati i militari della stazione di Martellago, che hanno passato al setaccio alcune attività economiche nel settore del confezionamento di alimenti e ristorazione nella località alle porte di Venezia e sulle arterie che collegano la città lagunare con la terraferma.

SENZA AUTORIZZAZIONI - Nel mirino dell'Arma è finito un laboratorio di panificazione in via Castellana di proprietà di un residente della zona. I militari hanno fatto scattare un controllo di polizia amministrativa, trovando all’interno dei locali i titolari dell'attività e due dipendenti "in azione". I problemi sono emersi quando è stata approfondita la posizione autorizzativa del laboratorio: i carabinieri hanno scoperto infatti che il forno è un “fantasma” dal punto di vista del controllo igienico sanitario. Nessuna autorizzazione è stata richiesta alla competente Asl, che non avrebbe mai effettuato le verifiche di legge, e l’attività è gestita in barba alle basilari norme di igiene. Sono quindi scattate varie sanzioni amministrative per un potenziale ammontare complessivo di oltre cinquemila euro, con segnalazione alla Asl per gli ulteriori accertamenti di competenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento