rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Mirano

Laboratorio dello spaccio scoperto a Mirano, arrestati tre stranieri

I carabinieri della stazione locale hanno messo le manette ai polsi di tre extracomunitari colpevoli di smerciare cocaina ed eroina in terraferma

I carabinieri della stazione di Mirano nella notte tra venerdì e sabato hanno arrestato tre individui di nazionalità tunisina, irregolari, stabilitisi in zona, R.H. 28enne, S.H. 23enne e M.A. 33enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I CONTROLLI - Sottoposto a sequestro un massiccio stock di droga, che i militari ritengono fosse diretta a giovani e giovanissimi: tra eroina e cocaina, sono stati rinvenuti nell’abitazione dove i tre erano ospitati più di 20 dosi di sostanza stupefacente, per un totale di circa 15 grammi, oltre alla strumentazione per confezionare i singoli involucri, nonché bilancini di precisione, coltelli e oltre mille euro in contanti, considerata il provento dell’attività di spaccio. I carabinieri della stazione di Mirano da alcuni giorni stavano tenendo sotto controllo i movimenti del gruppo, che aveva eletto l’appartamento dell'Ater in cui erano ospitati quale base operativa per il confezionamento della sostanza stupefacente, smerciata poi al dettaglio sulle piazze di Spinea, Mestre e Mirano. Il blitz è scattato nella serata di venerdì, dopo un paio di vendite di droga ad alcuni giovani in vari punti del centro abitato, tra cui alcuni luoghi della “movida” cittadina.

L'ARRESTO - La perquisizione domiciliare ha portato ad una sorpresa poco comune: i militari hanno trovato un fornito deposito dello spaccio, accompagnato da un laboratorio artigianale per la preparazione delle singole dosi: oltre alla “neve bianca”, erano infatti a disposizione dei tre individui due tipologie di sostanza da taglio, il classico bilancino elettronico di precisione e vario materiale atto al confezionamento delle dosi, tutto in uso ed a disposizione dei tre, opportunamente occultato all’interno della camera occupata. Cinque dosi di eroina, in totale 4 grammi, erano nascoste da un lato del materasso matrimoniale, mentre 8 dosi di cocaina, in totale 6,5 grammi, erano nell'altro lato del materasso. I tre, irregolari sul territorio nazionale, al termine degli accertamenti sono stati dichiarati in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e messi a disposizione dell’autorità giudiziaria. Denunciato anche la persona che li ospitava, un uomo del posto, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laboratorio dello spaccio scoperto a Mirano, arrestati tre stranieri

VeneziaToday è in caricamento