menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sente dei rumori, controlla dallo spioncino e vede le ladre "al lavoro": due in arresto

Operazione delle volanti della polizia giovedì mattina a Marghera. Le ladre sono state sorprese ancora nell'androne del palazzo, addosso avevano gli "attrezzi del mestiere"

Il vicino sente i rumori e avverte la polizia, che arriva in tempo per sorprendere le ladre in flagrante. È successo giovedì mattina a Marghera, dove le volanti della questura di Venezia hanno arrestato per furto aggravato in abitazione ed in concorso due donne: N. J., 22 anni, croata, e J.E., 23 anni, apolide, entrambe residenti a Torino.

Alle 10 la sala operativa ha ricevuto la chiamata di un residente di un condominio in Marghera, in via Palladio, che aveva sentito dei rumori sospetti provenire dal pianerottolo antistante alla propria porta di ingresso. Osservando dallo spioncino della porta aveva notato due donne, una delle quali armeggiava sulla porta dell’abitazione della dirimpettaia, mentre l’altra faceva da “palo”. Immediata l’attivazione di due equipaggi, che si sono precipitati sul posto trovando le due giovani ancora lì: sono state bloccate nell’androne del condominio, mentre stavano tentando di dileguarsi. Gli agenti hanno quindi avvertito del fatto la proprietaria di casa (in quel momento assente), che si è portata sul posto per eseguire un sopralluogo in appartamento.

Si è appurato che la porta d’ingresso era stata forzata e che le due donne avevano asportato dall’abitazione diversi effetti personali, due beauty case e vari monili in oro. Tutta la refurtiva è stata ritrovata all’interno delle borse delle due fermate e restituita alla legittima proprietaria. Le ragazze erano inoltre in possesso di vari arnesi da scasso o atti ad offendere: cacciaviti, forbici, chiavi inglesi ed un ritaglio di plastica rigida. A carico delle due, infine, risultavano diversi precedenti per reati contro il patrimonio (furti e furti in abitazione). Inevitabile, dunque, l’arresto. L’autorità giudiziaria ne ha disposto il giudizio direttissimo che si celebrerà venerdì. Nel frattempo le due arrestate saranno trattenute nelle camere di sicurezza della questura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento