menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dentro e fuori dall'Ovs per portare gli abiti rubati in auto: madre e figlia in arresto

Intervento dei carabinieri al Centro Piave di San Donà lunedì sera. Sono state bloccate una 49enne e una 20enne, erano state notate dagli addetti alla sicurezza del negozio

Furti in serie, vengono colte con le mani nel sacco e con altra refurtiva in macchina. Nella serata di lunedì i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Donà hanno arrestato per furto aggravato in concorso due donne italiane, catanesi ma residenti a Motta di Livenza (Treviso): si tratta di S.V., 49enne, e la figlia J.S., 20enne.

Le due sono state fermate dagli addetti alla sicurezza del negozio Ovs del centro commerciale Piave, dopo aver trafugato e celato sia nelle borse che addosso alcuni capi di vestiario. I militari hanno inoltre rinvenuto altri capi d’abbigliamento nell’auto delle due donne, a dimostrazione del fatto che avevano effettuato più “viaggi” all’interno nel negozio col chiaro intento di asportare materiale.

Le due sono risultate incensurate, ma essendo il furto di valore abbastanza ingente (circa 600 euro) sono comunque state tratte in arresto ed hanno passato la nottata all’interno delle camere di sicurezza della compagnia. Tutti capi d’abbigliamento (che non erano muniti comunque all’origine di placche antitaccheggio, ma solamente dei cartellini) sono stati restituiti all’avente diritto. Martedì si è svolto il giudizio per direttissima al termine del quale, convalidato l'arresto, le ladre sono state rimesse in libertà in attesa del processo rinviato ad aprile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento