menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladri sorpresi in terrazzo a Caorle: prima fuggono, poi incappano nel posto di controllo

Due 47enni sono finiti in manette domenica. I carabinieri hanno risposto alla richiesta d'intervento dei residenti, poi hanno diramato la descrizione dei predoni alle pattuglie

Sono stati sorpresi in un balcone di un'abitazione e messi in fuga prima che riuscissero a perpetrare il furto. La loro descrizione fornita ai carabinieri ha permesso ai militari dell'Arma domenica pomeriggio di arrestare due topi d'appartamento per cui fin dall'inizio il raid era partito col piede sbagliato. Si tratta di due 47enni residenti in Veneto finiti in manette con l'accusa di tentato furto in abitazione. 

Allarme lanciato dai residenti

L'allarme è scattato verso le 14, quando i due sono stati visti armeggiare su una finestra di un appartamento. Una volta che si sono visti scoperti, hanno battuto in ritirata, ma oramai la loro descrizione fisica era già stata diramata a tutte le forze dell'ordine, che hanno attivato dei posti di controllo nelle vicinanze al luogo dell'operazione. Pochi minuti dopo sono stati notati a bordo di un veicolo due uomini con abbigliamento simile ai fuggitivi: i militari hanno intimato l'Alt all'auto e hanno iniziato a perquisire abitacolo e bagagliaio. Già avevano capito di avere fatto centro per il comportamento preoccupato e nervoso degli occupanti.  

Posti di controllo

Al termine degli accertamenti, è stato sequestrato loro un arnese da scasso "artigianale", uno spray urticante, guanti, una piccola torcia elettrica, una palla da viliardo scheggiata in più punti e due titoli di pagamento con carta di credito. Entrambi i 47enni sono stati tratti in arresto e ristretti in camera di sicurezza in attesa della direttissima. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Assegno unico figli 250 euro al mese: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento