menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Brondolo, i padroni di casa escono e al loro posto entrano i ladri

Incursione dei banditi nel tardo pomeriggio di martedì nella località clodiense. Finestra forzata e furto di monili. Tante le segnalazioni simili

Anche Brondolo "capitola" di fronte alle incursioni dei ladri. Alcune abitazioni della località clodiense martedì sono infatti state visitate dai ladri. L'orario è sempre quello: non più di notte, quando a rigor di logica dovrebbe essere più semplice per i delinquenti entrare in azione, ma nel tardo pomeriggio. Dalle 17 alle 19. Spesso e sovente anche in Riviera del Brenta, mestrino e Miranese i colpi vengono perpetrati non appena l'oscurità si impadronisce di strade e abitazioni.

Così è è proprio una delle derubate a sfogare su Facebook tutta la propria frustrazione: "Sono stati distubati da qualcuno - spiega - hanno rovistato solo in camera e poi sono scappati". Una incursione fulminea non appena i furfanti hanno capito di avere campo libero. Per garantirsi una via di accesso all'abitazione hanno piegato due paletti della ringhiera e hanno poi forzato una finestra. Una volta all'interno hanno rovistato in armadi e cassetti nella camera da letto, per poi fuggire in fretta e furia a bordo di un'auto scura con come bottino solo alcune medaglietta d'oro.

Un bottino misero, che fa il paio però con il fastidio della padrona di casa nel vedere la propria intimità violata quando meno se l'aspettava. Segnalazioni di furti a ripetizione nella città clodiense arrivano anche da Ca' Bianca, da Valli e da Sant'Anna. Dove i residenti sottolineano come siano "pochi ormai coloro che non sono stati ancora visitati dai delinquenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento